Un dramma immenso, sicuramente inaccettabile per un padre e una madre. Un bambino fiorentino di 10 anni è morto sabato scorso, 2 dicembre, durante un intervento chirurgico effettuato all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Ora i genitori hanno presentato un esposto alla procura della Repubblica: vogliono che si indaghi sulle cause del decesso per sapere con esattezza che cosa ha provocato il decesso del figlioletto. Stando alle ricostruzioni, il  piccolo nei giorni precedenti alla tragedia sarebbe stato sottoposto, ad un intervento neurochirurgico per la rimozione di una cisti durante sarebbe stata diagnosticata una grave patologia rara. Il secondo intervento doveva servire a definire meglio la diagnosi e a lenire il dolore ma nel corso dell'operazione il bambino è morto apparentemente per un problema di pressione cerebrale.

Autopsia sul corpo del bambino

L'Azienda ospedaliera Meyer avrebbe fin da subito avviato accertamenti e chiesto un esame autoptico sul corpo della giovanissima vittima. Autopsia che è stata eseguita oggi stesso all'istituto di medicina legale di Firenze.  Gli accertamenti dei medici legali dovranno stabilire se la patologia, emersa durante la degenza all'ospedale infantile fiorentina dopo la prima operazione, possa essere stata la causa delle complicazioni che ne avrebbero causato la morte durante la seconda operazione chirurgica.

La comunicazione dell'ospedale Meyer

"Il paziente, circa venti giorni fa – spiega in una nota arrivata in serata dall'ospedale Meyer – , era stato sottoposto a un primo intervento di chirurgia vertebrale dal team di Neurochirurgia. L’intervento non era stato portato a conclusione perché era emerso il sospetto sulla presenza di una grave patologia sottostante ed era cominciato  l'iter diagnostico, comprese le indaginigenetiche. Si era deciso di procedere a un secondo intervento, che il bambino purtroppo non ha superato, per complicanze intercorse: nonostante tutti gli sforzi, è deceduto in Rianimazione. Per un accertamento delle esatte cause del decesso il team di Neurochirurgia ha richiesto un riscontro autoptico. La Direzione e il personale dell’Ospedale pediatrico Meyer esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia. La Direzione Sanitaria sta svolgendo tutti gli accertamenti del caso".