Madre e figlio trovati morti nella stessa casa dove vivevano da anni a Ferrara. Lei molto anziana, malata non autosufficiente; lui se ne prendeva cura. I vicini, da diversi giorni, sentivano uno strano odore provenire dall’appartamento di un terzo piano di via Barlaam, in pieno Foro Boario: così nel pomeriggio hanno avvertito i carabinieri. Con l’aiuto dei vigili del fuoco è stato aperto la porta, e così i militari hanno trovato i due cadaveri riversi a terra nell’abitazione, in sala da pranzo lui e in camera da letto lei, senza vita da diversi giorni.

L’ipotesi più accreditata è quella di un malore – probabilmente infarto – che ha colpito il figlio, 68 anni, uccidendolo. La madre, 87 anni, a quel punto, malata da tempo e non potendo badare a se stessa, sarebbe morta di stenti. Sembra che i due decessi siano avvenuti cinque-sei giorni fa. Dai primi rilievi sono stati esclusi atti violenti. Del fatto è stato informato il magistrato di turno Ombretta Volta che nelle prossime ore disporrà eventuali accertamenti. Probabilmente, riporta la stampa locale, verrà disposta l'autopsia.

L’allarme è stato dato dai vicini. “Non abbiamo sentito ne urla ne liti. Solamente le sirene ieri pomeriggio” racconta una vicina al Resto del Carlino. E poi la scoperta. “Non so nemmeno chi siano – ha detto un altro vicino –. Qua siamo tantissime famiglie e conoscersi tutti, nonostante i tanti anni che abitiamo qui, è fatica”. “Non li conosco nemmeno io – dice un ragazzo che abita nello stesso pianerottolo –, nonostante sia l’appartamento di fronte al mio”.