Una donna di 49 anni di origini marocchine è stata ferita al volto con un coltello dal fidanzato ed è stata trasportata in gravissime condizioni all'ospedale Sant'Anna di Cona a Ferrara. L'allarme è scattato intorno alle 8 di stamattina a Massenzatica, nel Comune di Mesola e in un primo momento si era sparsa la voce che si fosse trattato di un incidente stradale. La donna, infatti, è stata trovata in strada sanguinante accanto a un'auto da una vicina di casa, circostanza che aveva fatto pensare ad un investimento fortuito.

Poco dopo tuttavia si è capito che la ferita era dovuta ad altro. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 con anche l'ausilio di un'eliambulanza decollata da Ravenna. Oltre a loro anche i carabinieri per tutti gli accertamenti necessari. Ad allertarli, è emerso successivamente, sono stati alcuni cittadini che hanno udito una lite della coppia. I militari hanno bloccato l'uomo, 59enne operaio marocchino, da tempo residente nel paese: era in casa, con gli abiti completamente insanguinati. E' stato portato in carcere. La moglie, 49enne connazionale, era seduta a terra, appena fuori l'uscio di casa, agonizzante con diverse ferite alla testa e alle mani. E' ricoverata in prognosi riservata. Secondo le prime informazioni la 49enne sarebbe stata colpita al volto tre volte e le ferite potrebbero causarle danni permanenti alla vista. Dalle prime informazioni l'uomo che l'ha ferita si trovava agli arresti domiciliari. Sono in corso ulteriori indagini.