immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Un uomo di 69 anni ha ucciso la moglie a colpi di ascia. Il femminicidio è avvenuto nella frazione Zuccarà di Montebello Ionico, in provincia di Reggio Calabria. L'assassino, arrestato e al momento in caserma dai carabinieri, è Carmelo Minniti, 69 anni: sarebbe stato proprio lui a chiamare i militari dopo aver ammazzato la donna. Ignoto il movente del femminicidio: a quanto si apprende, tra i due ci sarebbero stati diversi litigi in passato, non è chiaro se sfociati nella violenza da parte dell'uomo o meno. Sul posto sono intervenuti immediatamente i carabinieri che hanno avvertito il magistrato di turno della Procura di Reggio Calabria, Nunzio De Salvo. Indagini in corso per stabilire cosa sia successo nelle ore precedenti l'uccisione della donna.

Femminicidio a Reggio Calabria, arrestato il marito della vittima

Carmelo Minniti, l'uomo fermato per il femminicidio della moglie, è al momento sotto interrogatorio da parte dei carabinieri. I militari e il magistrato sperano che l'uomo possa dare una ricostruzione dei fatti avvenuti questi sera e che non si trinceri dietro il silenzio. Secondo le prime informazioni emerse sulla vicenda, non ci sarebbero dubbi sul fatto che sia stato proprio lui a uccidere la moglie: i carabinieri lo hanno trovato in casa insieme al corpo della donna, ormai privo di vita. L'uomo avrebbe inoltre già confessato il femminicidio, anche se non è noto il movente, né se la coppia avesse particolari problemi noti ad amici e familiari. Sul posto, anche gli operatori del 118, che hanno sperato di poter salvare la vita alla donna: ormai era però troppo tardi, la signora era già deceduta a causa dei colpi inferti dal marito.