“Ha accusato, sostanzialmente, di maltrattamenti, sia il papà di Evan sia il compagno della madre”. Così il Procuratore di Siracusa, Sabrina Gambino, al termine dell’incidente probatorio al palazzo di giustizia di Siracusa dove è stato sentito il fratellino di Evan, il bimbo per la cui morte sono sotto accusa la madre Letizia Spatola e compagno di lei, Salvatore Blanco. Evan, due anni, è arrivato senza vita all’ospedale Maggiore di Modica, lo scorso 17 agosto a Rosolini

Il fratellino è il figlio di Letizia Spatola e di un altro uomo. Sentito in un'aula allestita apposta al palazzo di Giustizia, ha raccontato agli inquirenti come Evan fosse vittima di maltrattamenti sia da parte del padre naturale sia del patrigno. Non ha saputo fornire informazioni precise, invece, sulle ore precedenti al decesso in quanto quella sera avrebbe dormito con la mamma, mentre Blanco sarebbe stato nell'altra stanza con Evan.

Stefano Lo Piccolo, lo stesso che aveva presentato alla Procura di Genova un esposto per presunte aggressioni ai danni del piccolo è stato iscritto nel registro degli indagati per maltrattamenti. . In carcere con l'accusa di omicidio e maltrattamenti è reclusa la madre 23enne insieme al convivente Salvatore Blanco. La testimonianza sarà utile per chiarire la condotta del padre del piccolo, che, come precisa il suo avvocato viveva a Genova, lontano da Evan e da suo fratello, il quale però, ha descritto da parte sua comportamenti aggressivi nei confronti del bimbo. Stando al racconto del bimbo, Evan avrebbe subito violenze sia dal padre sia da Blanco.  Sul corpicino del piccolo sono state riscontrate  lesioni e un trauma cranico, ma si attende l'esito finale dell'autopsia per conoscere la causa della morte.