La Procura di Enna ha aperto un'inchiesta su un sacerdote accusato di abusi sui minori: a sporgere denuncia, segnalando il comportamento del religioso, sono stati alcuni adolescenti che si sono rivolti alle forze dell'ordine. Sulla vicenda sono in corso indagini da parte degli investigatori della Squadra Mobile che avrebbero già raccolto alcune testimonianze. Il parroco, che è anche insegnante di religione, avrebbe abusato dei ragazzi, quasi tutti minorenni, che erano impegnati nelle attività dell'oratorio. Altri religiosi sarebbero venuti a conoscenza dei presunti abusi, ma avrebbero taciuto. Episodi analoghi erano stati segnalati anche alla curia di Piazza Armerina, senza ottenere alcun provvedimento se non l'allontanamento momentaneo del sacerdote dalla parrocchia.

Abusi sui minori: nei guai l'ex segretario di Giovanni Paolo II

Di recente un nuovo scandalo pedofilia ha investito la Chiesa polacca coinvolgendo anche lo storico segretario di Papa Giovanni Paolo II, il cardinale Stanislaw Dziwisz. Un documentario andato in onda sulla tv polacca accusa l'alto prelato di aver nascosto per anni gli abusi sui minori: un dossier suggerirebbe che Dziwisz avrebbe coperto il tutto in cambio di bustarelle, passate talvolta proprio dai responsabili delle violenze. Il cardinale ha quindi chiesto che venga fatta piena luce sulla vicenda. "Rinnovo la mia proposta, affinché una commissione indipendente valuti le attività della Chiesa nelle questioni toccate da Tvn24" ha dichiarato l'ex segretario del Santo Padre poco dopo la presentazione del reportage. "Sarei disposto a collaborare con una commissione del genere e ci conto per trasparenza. Voglio presentare scrupolosamente i fatti" ha aggiunto Dziwisz, sostenendo che la cosa più importante è il bene delle vittime. "I bambini e i giovani non devono mai più subire le ingiustizie avvenute nel passato" ha concluso.