9 Ottobre 2017
13:36

Dramma ad Agrigento, piattaforma cede: due operai muoiono cadendo in una cisterna

Il grave incidente alla diga Furore di Naro, in provincia di Agrigento. I due addetti stavano eseguendo lavori di manutenzione quando la piattaforma su cui si trovavano ha ceduto facendoli precipitare per oltre venti metri nella cisterna della diga.
A cura di Antonio Palma

Gravissimo incidente sul lavoro nella mattinata di lunedì alla diga Furore di Naro, in provincia di Agrigento. Due operai, intenti in lavori di manutenzione sull'impianto, sono morti dopo una improvvisa caduta all'interno di una cisterna dell'invaso, probabilmente causata dalla rottura della piattaforma su cui si trovavano. I due lavoratori  si sono schiantati nella cisterna del "sovrappieno" precipitando da un'altezza di circa venti metri che non gli ha lasciato scampo. Le vittime sono il 61enne Francesco Gallo, che viveva proprio a Naro, e il 55enne Gaetano Cammilleri di Favara. Per loro inutili i soccorsi del 118, intervenuti anche con un elicottero: i medici hanno solo potuto constatare la loro morte per schiacciamento.

Per recuperare i loro corpi nella cisterna è stato necessario l'intervento del nucleo Speleo- Alpino-Fluviale dei vigili del fuoco che è riuscito ad individuarli. Sul posto è stato fatto scendere, attraverso una scala, anche un medico che ha accertato il decesso dei due lavoratori prima del loro recupero e trasporto  autorizzato dal magistrato di turno della Procura della Repubblica di Agrigento , Salvatore Vella. Oltre ad avviare l'indagine per omicidio colposo , affidata ai carabinieri, il magistrato ha disposto l’invio sul posto degli uomini dell’Ispettorato del Lavoro e dell’Asp per accertare i fatti.

L'inchiesta è stata appena avviata ma secondo le prime indiscrezioni che filtrano in questa prima fase investigativa, all'origine del grave incidente ci potrebbe essere la rottura della catena che teneva il cestello sul quale stavano lavorando gli operai deceduti. "Non si può morire di lavoro, chi ha delle responsabilità deve pagare. Sono vicino ai familiari, sapendo che nessuna parola potrà lenire il loro dolore. Nominerò immediatamente una commissione regionale di inchiesta per accertare le responsabilità. Giustizia deve essere fatta", ha dichiarato il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta dopo aver appreso la notizia . La Diga Furore  è un bacino artificiale nel territorio di Naro costruito fra il 1980 ed il 1992 e destinato alla raccolta delle acque provenienti dal fiume Burraito che sono utilizzate prevalentemente per l'irrigazione delle campagne limitrofe.

Operaio cade in una cisterna e muore: l'incidente sul lavoro nel Veronese
Operaio cade in una cisterna e muore: l'incidente sul lavoro nel Veronese
Partorisce in casa dopo 30 ore di travaglio: neonato nasce morto. Chiesta sospensione ostetriche
Partorisce in casa dopo 30 ore di travaglio: neonato nasce morto. Chiesta sospensione ostetriche
Antonella, Leonardo, Leo: chi erano le giovanissime vittime dell'incidente stradale a Massafra
Antonella, Leonardo, Leo: chi erano le giovanissime vittime dell'incidente stradale a Massafra
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni