1.634 CONDIVISIONI
6 Dicembre 2020
20:41

Dramma a Savona, uccide a colpi di arma da fuoco la figlia della compagna e poi si suicida

Omicidio-suicidio a Casanova Lerrone, nel Savonese: un uomo di 56 anni, Corrado Testa, ha ucciso a colpi di pistola la figlia della compagna. La vittima, Jessica Novaro, aveva 29 anni e lavorava in un supermercato a Borghetto Santo Spirito. Indagini in corso per capire la dinamica di quanto successo. Una terza persona sarebbe rimasta ferita prima di scappare.
A cura di Ida Artiaco
1.634 CONDIVISIONI
Immagine da Facebook.
Immagine da Facebook.

Dramma nel Savonese dove si è consumato un omicidio-suicidio nel pomeriggio. Un uomo di 56 anni, Corrado Testa, ha infatti ucciso a colpi di pistola la figlia della compagna. La vittima, Jessica Novaro, aveva 29 anni e lavorava in un supermercato a Borghetto Santo Spirito. Il killer ha poi rivolto l'arma contro se stesso e si è tolto la vita. È accaduto in località Vellego, nel Comune di Casanova Lerrone. Pare ci sia una terza persona ferita, che però è scappata subito dopo la sparatoria. Per questo, è attualmente in corso una vera e propria caccia all'uomo nei boschi circostanti: sull'operazione, e sull'identità del soggetto in questione, vige il massimo riserbo.

Sull'episodio, che sarebbe avvenuto davanti agli occhi della mamma della vittima, indagano i carabinieri, che stanno anche cercando di risalire al movente di quanto successo e che si stanno occupando anche di ricostruire l'esatta dinamica. Le due erano probabilmente in casa con Testa quando è scoppiata una discussione. Jessica è riuscita a trascinarsi, ferita, fino alla piazza del paese per chiedere aiuto, poi ha perso i sensi e per lei non c'è stato nulla da fare. Dalle prime informazioni disponibili, l'uomo era un agricoltore, che nel 2011 era rimasto vedovo. Aveva perso la moglie, Daniela,  in un incidente agricolo. La donna era morta dissanguata dopo essere stata investita dal trattore agricolo mentre raccoglieva la legna insieme al marito.

Si è consumato così l'ultimo femminicidio in Italia. Secondo i dati Eures resi noti lo scorso 24 novembre in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne 2020, ogni tre giorni una donna viene uccisa dal convivente, dall'ex, da un parente: sono 3.344 le donne uccise in Italia tra il 2000 e 31 ottobre 2020. Un'evidenza che spiega come il femminicidio non sia affatto un fenomeno emergente, ma come abbia "accompagnato le trasformazioni della famiglia italiana degli ultimi decenni, come a voler arrestare il percorso di autodeterminazione delle donne".

1.634 CONDIVISIONI
Usa, famiglia sterminata in campeggio: papà, mamma e figlia di 6 anni uccisi a colpi di pistola
Usa, famiglia sterminata in campeggio: papà, mamma e figlia di 6 anni uccisi a colpi di pistola
Sparatoria in spiaggia, 52enne ucciso a colpi di arma da fuoco all'ingresso del lido
Sparatoria in spiaggia, 52enne ucciso a colpi di arma da fuoco all'ingresso del lido
Il dramma di Donatella, la 27enne suicida in carcere con un fornelletto:
Il dramma di Donatella, la 27enne suicida in carcere con un fornelletto: "Perdonatemi"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni