Terribile scoperta nella mattinata di giovedì 18 luglio in un'abitazione di Modena. Un pensionato avrebbe ucciso l'anziana moglie in casa accoltellandola a morte. La donna di 77 anni sarebbe stata sorpresa a letto. Il marito, un uomo di 88 anni, l'avrebbe sorpresa nella loro camera matrimoniale mentre lei dormiva. La vittima infatti è stata rinvenuta nel suo appartamento di via Alassio, nella prima periferia della città emiliana, ancora distesa nel letto dove presumibilmente stava dormendo. L'anziano protagonista del gesto è già stato arrestato dagli uomini della Polizia di stato che sono accorsi sul luogo in cui si è consumato il dramma dopo una chiamata di emergenza che segnalava il delitto.

Quando i poliziotti sono giunti sul posto e hanno aperto la porta di casa , davanti ai loro occhi si è presentata subito la drammatica scena: la donna giaceva a letto in una pozza di sangue. Era ancora viva ed è stata subito trasportata d'urgenza in ospedale ma per lei non c'è stato nulla da fare: è morta poco dopo il suo arrivo in pronto soccorso. Sul luogo dell'accaduto sono accorsi poi anche gli uomini della polizia scientifica e il medico legale, per i rilievi del caso e un primo esame esterno del cadavere. Sul posto gli agenti avrebbero già rivenuto anche l'arma usata per il delitto, un grosso coltello da cucina insanguinato. Le indagini sono state affidate agli agenti della squadra mobile di Modena coordinati dalla locale Procura della Repubblica. Al momento tutti gli elementi raccolti farebbero pensare a un ennesimo caso di dramma avvenuto in ambito familiare. L'uomo pare soffra di problemi di demenza senile anche se non erano stai segnalati casi di abusi domestici. A chiamare aiuto, dopo aver accoltellato la moglie, è stato lo stesso 88enne che ora è piantonato in ospedale in stato di shock. L'uomo ha chiamato una delle figlie, quest'ultima ha subito avvertito le autorità di polizia e si è precipitata sul posto.