928 CONDIVISIONI
26 Marzo 2022
16:31

Crotone, litiga con il genero e lo uccide, poi spara anche contro i nipoti: grave un 18enne

Un uomo di 43 anni, Luigi Greco, è stato ucciso a Verzino, in provincia di Crotone. A sparare sarebbe stato il suocero Vito Avenoso, che ha ferito gravemente anche uno dei nipoti.
A cura di Susanna Picone
928 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Luigi Greco, boscaiolo di 43 anni, è stato ucciso questa mattina nella sua abitazione di Verzino, nel Crotonese. A sparare intorno alle 11,30 del mattino sarebbe stato il suocero Vito Avenoso, di 64 anni, che ha anche ferito in modo grave il figlio diciottenne della vittima. Sul posto sono intervenuti i militari della Compagnia di Cirò Marina che hanno dovuto separare i componenti delle due famiglie e calmare gli animi. Subito dopo il delitto, infatti, a Verzino si sono precipitati alcuni parenti della vittima dal vicino comune di Umbriatico e sarebbero venuti alle mani con i familiari di Avenoso.

L’omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite familiare che sarebbe scoppiata per futili motivi. La vittima e il presunto assassino abitavano nello stesso edificio, su piani diversi. Pare non ci fossero buoni rapporti già da tempo tra le famiglie, circostanza confermata da una serie di querele intercorse tra i due nuclei familiari. Il figlio diciottenne della vittima, rimasto ferito, è stato portato in elisoccorso nell'ospedale di Catanzaro.

Avenoso è stato portato in caserma dove i carabinieri lo stanno ascoltando. Secondo quanto ricostruito finora, Avenoso avrebbe fatto fuoco su Greco con un fucile per poi puntare l'arma verso i due nipoti colpendone uno, di 18 anni. Il corpo senza vita del 43enne si trovava in casa, mentre sulla strada c’era il ragazzo ferito. L’altro nipote, invece, è riuscito a sfuggire alla furia del nonno e salvarsi. Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Cirò Marina con il Nucleo investigativo di Crotone, coordinate dal sostituto procuratore Pasquale Festa, stanno cercando di fare luce anche sulle motivazioni del delitto.

928 CONDIVISIONI
Uccide la moglie e poi si suicida. Il biglietto ai figli:
Uccide la moglie e poi si suicida. Il biglietto ai figli: "Raggiungo la mamma"
Martellate in testa alla moglie, poi scappa, la crede morta e si uccide: dramma a Filottrano
Martellate in testa alla moglie, poi scappa, la crede morta e si uccide: dramma a Filottrano
Litiga con fidanzata, dà pugno a una vetrina e il vetro quasi gli trancia il braccio: grave 27enne
Litiga con fidanzata, dà pugno a una vetrina e il vetro quasi gli trancia il braccio: grave 27enne
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni