248 CONDIVISIONI
L'omicidio di Elisa Claps

“Assassini”, imbrattata la chiesa della Trinità a Potenza, dove fu trovata morta Elisa Claps

La chiesa è stata riaperta alle funzioni religiose un mese fa dopo che nel 2010, 17 anni dopo la scomparsa, era stato rinvenuto il corpo della ragazza nel sottotetto. Stamattina i potentini hanno trovato la scritta “Assassini”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
248 CONDIVISIONI
immagine Pietro De Angelis (facebook)
immagine Pietro De Angelis (facebook)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'omicidio di Elisa Claps

“Assassini”, con una linea ondulata continua. La scritta, con vernice spray nera, è stata lasciata nella notte tra sabato e domenica 3 dicembre, su un muro della chiesa della Santissima Trinità a Potenza, quella in cui furono rinvenuti i resti di Elisa Claps, la studentessa 16enne uccisa da Danilo Restivo e il cui corpo è rimasto occultato nel sottotetto dell'edificio per 17 lunghi anni. La struttura è stata riaperta un mese fa alle funzioni religiosa non senza polemiche.

I residenti se ne sono accorti in mattinata. Pare nei paraggi sia presente una telecamera, utile alle forze dell’ordine a individuare l’autore o gli autori.

La notizia è circolata sui social e diversi sono stati i commenti da parte dei potentini: "Chiesa del 1100 imbrattata. Questo è il risultato della campagna di odio alimentata negli ultimi tempi. Si trova sempre qualche mente debole che non riesce a distinguere, quello che è un manufatto storico della città da quelle che sono le vicende giudiziarie. Le telecamere individueranno certamente il soggetto ma i colpevoli sono tanti. Sanzione da 10 a 40mila euro, auguri", scrive Pietro De Angelis che pubblica anche uno scatto della fatto su Facebook.

La famiglia Claps si è sempre opposta alla riapertura della chiesa al culto, preferendo una funzione sociale e luogo di memoria di Elisa. La questione è poi esplosa il 5 novembre scorso, durante la prima messa domenicale celebrata dall'arcivescovo Salvatore Ligorio, quando in concomitanza si è tenuto un presidio di Libera con la partecipazione di circa 1500 potentini.

248 CONDIVISIONI
51 contenuti su questa storia
Elisa Claps, per lei a Potenza una panchina rossa con accanto la foto di Giulia Cecchettin
Elisa Claps, per lei a Potenza una panchina rossa con accanto la foto di Giulia Cecchettin
Gildo Claps a 'Chi l'ha visto?': "Tutti sanno la verità su Elisa, perché nessuno chiede scusa?"
Gildo Claps a 'Chi l'ha visto?': "Tutti sanno la verità su Elisa, perché nessuno chiede scusa?"
I video originali della polizia inglese su Restivo: così venne incastrato il killer di Elisa Claps
I video originali della polizia inglese su Restivo: così venne incastrato il killer di Elisa Claps
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni