159 CONDIVISIONI
20 Agosto 2017
19:00

Aosta, cadavere carbonizzato ritrovato con la mano mozzata: è giallo

Il cadavere di un uomo ancora senza identità, di età apparente sui 30 anni circa, è stato ritrovato carbonizzato e senza una mano nei pressi del castello medievale di Fénis, in val d’Aosta. Gli inquirenti indagano sul caso, domani sarà eseguita l’autopsia.
A cura di C. M.
159 CONDIVISIONI

Un cadavere carbonizzato è stato ritrovato nella mattinata del 19 agosto a Fénis, in val D'Aosta, con una mano mozzata. Secondo quanto si apprende da una prima ricostruzione effettuata dagli inquirenti, il corpo dell'uomo, la cui identità è al momento ancora ignota, sarebbe stato ritrovato ai piedi del castello medievale di Fénis e apparterrebbe a un individuo di carnagione chiara di 30 anni circa. Il pm Eugenia Menichetti, della procura di Aosta, al momento non si sbilancia e non ha ancora formulato ipotesi, e non lo farà prima di aver avuto i risultati dell’autopsia che sarà eseguita domani. Tanti punti oscuri della vicenda, che sembrano suggerire possa essersi trattato di un omicidio a tutti gli effetti. Sarà il medico legale Roberto Testi a eseguire l'esame autoptico a cui parteciperà il radiologo Davide Machado. Le tracce di bruciato sull’erba circostante il luogo del ritrovamento del cadavere carbonizzato lasciano pensare che il corpo sia stato dato alle fiamme nel punto esatto in cui è stato reperito non più di 24 ore prima della sua scoperta. Durante i rilievi effettuati dai carabinieri titolari del caso, gli investigatori non hanno trovato il contenitore che potrebbe essere stato utilizzato per trasportare la benzina con cui è stato appiccato il fuoco.

Le condizioni del terreno, causa le incessanti piogge che si sono abbattute sull'area nei giorni scorsi, erano talmente cattive che nemmeno il medico legale è riuscito a fare una prima analisi del cadavere sul posto. L'autopsia, inoltre, dovrà anche spiegare il perché di quella mano mancante e per ora è impossibile capire se l’uomo avesse subito l’amputazione in passato o se quella ferita sia invece fresca e collegata in qualche modo alle circostanze della morte. Il corpo è stato ritrovato rannicchiato in posizione fetale coperto solo da qualche brandello di tessuto. Sembra inoltre che in zona non sia stata effettuata alcuna denuncia di scomparsa nei giorni scorsi, dunque per gli inquirenti è ancora più difficile risalire all'identità dell'uomo ritrovato morto. Gli investigatori al momento stanno cercando testimoni, qualcuno che tra il 18 e 19 agosto abbia visto qualche movimento sospetto in zona.

159 CONDIVISIONI
Il mistero del cadavere ritrovato nell’Etna e l’ipotesi Mauro De Mauro, giornalista scomparso
Il mistero del cadavere ritrovato nell’Etna e l’ipotesi Mauro De Mauro, giornalista scomparso
Giallo a Brindisi, trovato cadavere di uomo nudo sulla spiaggia: indagini in corso
Giallo a Brindisi, trovato cadavere di uomo nudo sulla spiaggia: indagini in corso
Il mistero del cadavere ritrovato sull'Etna, accanto al corpo una pagina di necrologi del 1978
Il mistero del cadavere ritrovato sull'Etna, accanto al corpo una pagina di necrologi del 1978
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni