30.928 CONDIVISIONI
3 Settembre 2020
10:09

Amici e parenti esultano: “Abbiamo raggiunto la cifra per il ricovero di Giulia in Austria”

Giulia Centonze, 23enne della provincia di Reggio Emilia, è in “stato di minima coscienza” dopo il coma e un incidente stradale il 3 maggio del 2019. Una speranza per familiari è il ricovero in una struttura specializzata in Austria: per il ricovero servono almeno 100mila euro, ma dopo la raccolta fondi organizzata anche dalle amiche la cifra è stata raggiunta. L’annuncio sulla pagina Facebook.
A cura di Beppe Facchini
30.928 CONDIVISIONI

Le amiche e i familiari di Giulia ce l'hanno fatta: la cifra per il ricovero nella clinica specializzata di Innsbruck, dove c'è speranza per qualche passo in avanti, è stata raggiunta. “Negli ultimi due giorni ci siamo visti travolgere da donazioni, messaggi e bellissime parole – è l'annuncio che arriva dalla pagina Facebook creata per sostenere la raccolta fondi-. Non eravamo preparate a tutto questo, non ce lo aspettavamo”.

Giulia Centonze, 23enne che vive in provincia di Reggio Emilia, insieme alla sua famiglia di origine salentina, è stata vittima il 3 maggio 2019 di un incidente in auto. Per motivi che non sono mai chiariti del tutto, ha perso il controllo della sua vettura, finendo contro un'altra proveniente in senso opposto. Trasportata d'urgenza in elisoccorso all'ospedale di Parma, la giovane ha iniziato da quel momento un lunghissimo calvario, finendo prima in coma e poi in "stato di minima coscienza", per dirla con le parole dei medici, passando per diverse strutture. Attualmente è a Ferrara, ma da qualche mese era partita una vera e propria mobilitazione per aiutare i familiari a raccogliere almeno 100mila euro per consentire il ricovero di Giulia in una clinica specializzata in Austria: i medici avevano già dato la propria disponibilità per seguire il suo caso e dare un po' di speranza a chi le vuole bene di poterla rivedere sorridere.

Sembrava una montagna insormontabile, ma stamattina è arrivato l'annuncio: “Per cominciare vorremmo ringraziarvi per il supporto datoci e dirvi che siamo davvero felici per come sono andate le donazioni. La cifra per permettere a Giulia di essere ricoverata 3 mesi è stata raggiunta ed inaspettatamente anche quella per ricoverarla 6!!

“Abbiamo già contattato la clinica di Innsbruck per avviare le pratiche del ricovero – continua il post – e ovviamente vi terremo aggiornati su tutto, pubblicando l'avvenuto bonifico alla clinica e tutte le spese ulteriori per il prolungamento del ricovero finalizzato alla riabilitazione, unitamente, alla fine della raccolta fondi, alla somma totale ricevuta. Speriamo che Giulia possa pian piano migliorare ed essere ospitata nella clinica più mesi possibili in modo da raggiungere il miglioramento più grande, per questo le ulteriori somme raggiunte verranno usate per il prolungamento del ricovero".

“Non sappiamo davvero come ringraziarvi, siete stati tantissimi – si legge infine -. Ci avete fatti sentire all'interno di una comunità grandissima e colma d'amore, ve ne saremo sempre grati, tutti noi e anche Giulia, con tutto il nostro cuore. Grazie per aver reso possibile un piccolo sogno che per Giulia vale tutta una vita”.

30.928 CONDIVISIONI
Drammatico schianto a Corleone, Rosario e Giulia morti in strada a 16 e 18 anni, feriti due amici
Drammatico schianto a Corleone, Rosario e Giulia morti in strada a 16 e 18 anni, feriti due amici
L’imprenditore Claudio Fiori si uccide bevendo acido muriatico: una colletta per aiutare la famiglia
L’imprenditore Claudio Fiori si uccide bevendo acido muriatico: una colletta per aiutare la famiglia
La Pasqua della comunità ucraina a Roma: “Preghiamo per i nostri cari in guerra”
La Pasqua della comunità ucraina a Roma: “Preghiamo per i nostri cari in guerra”
248.019 di Simona Berterame
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni