Terrore a Los Angeles, nella contea di Ventura, in California, dove un uomo "armato di mitragliatrice e granate fumogene" ha fatto irruzione in un locale, il Borderline Bar& Grill di Thousand Oaks, locale molto popolare dove viene suonata musica country, al numero 99 di Rolling Oaks drive, e si è messo a sparare sui clienti. Le vittime sarebbe almeno 12, tra cui anche un agente colpito. Anche il sospettato sarebbe rimasto ucciso nella sparatoria. Garo Kuredjian, dell'ufficio dello sceriffo della contea di Ventura, ha parlato di "almeno 30 colpi esplosi. Quando siamo arrivati stava ancora sparando". Kuredjian ha confermato la morte dello sparatore.

Secondo le prime ricostruzioni, l'aggressore, "con la barba e vestito di nero", avrebbe aperto il fuoco poco prima della mezzanotte locale (circa le 8.20 in Italia) durante una festa universitaria. Alcune persone si sono rifugiate sul tetto e nei bagni. In corso l'operazione di polizia per fermare l'uomo. Stando alle testimonianze dei clienti usciti dal locale si tratterebbe di una persona di origini mediorientali. Indossava una "maschera da sci sulla faccia, ma solo la metà inferiore" e un cappello da baseball nero. Diverse ambulanze sono arrivate sul posto.

"Ero davanti alla porta e ho sentito questi scoppi. Forse tre o quattro. Mi sono buttato a terra. Ho guardato e ho visto la guardia colpita a terra, non so se fosse morto. L'uomo lanciava fumogeni ovunque. Poi si è diretto alla cassa e ha continuato a sparare. Sono fuggito", ha raccontato un testimone alla Abc. "Non ha detto nulla, ha soltanto iniziato a sparare".