Dal primo giugno 2019 sarà vietato fumare sulla spiaggia di Capaci in Sicilia. A stabilirlo è stato il sindaco Pietro Puccio che punta al decoro urbano e della salute dei cittadini della cittadina alle porte di Palermo. Non si potrà fumare su tutte le spiagge del territorio comunale e c’è il divieto di abbandono di cicche di sigaretta, pacchetti, astucci sul suolo e nelle acque, per tutti i cittadini residenti e non del comune di Capaci. Si potrà ancora fumare negli stabilimenti balneari soltanto nelle piattaforme, bar e locali annessi. E chi trasgredisce dovrà aspettarsi sanzioni salate: è prevista una multa fino a un massimo di 500 euro. Il comune del Palermitano è il primo in Sicilia a vietare le sigarette al mare.

La decisione del sindaco di Capaci – “Riteniamo che l’adozione di tali provvedimenti sia una decisione anche eticamente doverosa per tutelare l’incolumità e la salute di tutti, soprattutto dei non fumatori e delle persone più deboli come anziani, bambini, donne in stato di gravidanza-  le parole del sindaco di Capaci, Pietro Puccio – Per i trasgressori sono previste delle pesanti sanzioni pecuniarie, che vanno dai 25 ai 500 euro. Riteniamo che uno dei compiti principali di un amministratore sia anche quello di non assecondare passivamente e di non strizzare l’occhio furbescamente alle cattive abitudini dei propri concittadini, ma di proporre concretamente, attraverso degli atti amministrativi, delle indicazioni eticamente gratificanti in direzione di comportamenti civici sempre più virtuosi”. La nuova ordinanza, denominata “smoke free”, arriva dopo quella che ha previsto  l’obbligo della pulizia e dei ripristino del suolo del sagrato delle chiese e del palazzo comunale dal riso, dai coriandoli, dai petali di rosa, dalla carta e da ogni altro tipo di materiale lanciato in occasione di matrimoni o per altri eventi e ricorrenze sia di carattere pubblico che privato.