26 Aprile 2022
16:17

Cosa fare a Milano quando piove: 5 luoghi da visitare

Dal bar di Alice nel paese delle meraviglie al mondo del fotografo David LaChapelle, dove andare a Milano con la pioggia.
A cura di Clara Salzano
Il Rabbit Hole a Milano, il bar ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie
Il Rabbit Hole a Milano, il bar ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie

Quando piove, si sa, è difficile aver voglia di girare per Milano, passeggiare all'aria aperta e godersi lo shopping in città Il desiderio spesso è quello di chiudersi in casa o al massimo recarsi in qualche luogo che ci ricordi l'atmosfera casalinga, calda e accogliente, che ci sorprenda o ci stimoli, facendoci dimenticare il cattivo tempo fuori. Dal bar di Alice nel paese delle meraviglie al mondo del fotografo David LaChapelle, vediamo dove andare a Milano quando piove.

Gli interni del Rabbit Hole a Milano, il bar ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie
Gli interni del Rabbit Hole a Milano, il bar ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie

Il locale di Alice nel paese delle meraviglie al mondo

In via Mazzini 20, a Milano, preparatevi ad entrare nella tana del Bianconiglio perché il Rabbit Hole è il bar ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie dove tutto, dall'arredamento al menù, è a tema. Il famoso racconto di Lewis Carol è stato usato come riferimento per creare ambientazioni fantastiche e un'atmosfera giocosa che conquisterà gli appassionati di Alice nel paese delle meraviglie ma non solo. Al Rabbit Hole le sedie hanno la forma dei simboli delle carte da gioco, le pareti sono vortici infiniti, la sala da tè ricorda quella del Cappellaio Matto e un gigantesco gatto sorride su una parete. La prenotazione non è disponibile.

Il bar per gli appassionati di gatti

Accarezzare i gatti, soprattutto nei giorni uggiosi, è una terapia anti-stress consolidata. È da qui che nasce l'idea di locali in cui puoi recarti a sorseggiare un té o leggere un libro mentre gironzolano gatti indisturbati che si lasciano ammirare, accarezzare o giocano. Il Crazy Cat Cafè di Milano, in via Via Napo Torriani 5, è il luogo dove vivono nove gatti in cerca di coccole e dove rifugiarsi, quando fuori diluvia, può essere molto confortevole. L'intero ambiente è stato progettato per far sentire i gatti sereni e far rilassare i clienti. Si accettano prenotazioni.

Il Crazy Cat Cafè di Milano
Il Crazy Cat Cafè di Milano

La mostra di David LaChapelle

Andare al museo è sempre un'ottimo modo per trascorrere il proprio tempo libero mentre fuori piove. Al MUDEC di Milano ha da poco inaugurato la mostra “David LaChapelle. I Believe in Miracles”. L'esposizione è un'inedita retrospettiva del lavoro di David LaChapelle che abbraccia un arco temporale molto ampio, dalle sue prime opere alla sua ultima fase di produzione. La visita alla mostra è un'immersione inaspettata nel mondo del famoso fotografo con oltre 90 opere che raccontano la pop culture, lo star system del cinema e della musica, temi cari a David LaChapelle , fino alla sua riflessione sulla vulnerabilità della natura.

Il presente di Fondazione Prada

Il polo culturale di Fondazione Prada è così vasto e complesso che potrebbe volerci anche un'intera giornata per esplorarlo. Si tratta di un complesso di edifici ristrutturati e/o progettati dall'archistar Rem Koolhaas e dal suo studio di architettura, su commissione di Fondazione Prada, che sono riusciti a creare una delle più interessanti espressioni architettoniche e artistiche al mondo. In oltre 3.000 metri quadrati di spazio espositivo si inserisce la mostra "Useless Bodies?" di Michael Elmgreen e Ingar Dragset, la più grande mai realizzata da Fondazione Prada, che riflette sulla condizione dell'essere umano nella società. E per una pausa golosa ma di design si consiglia una sosta al Bar Luce, all'interno del complesso museale, progettato dal regista Wes Anderson nel suo tipico stile retrò oppure, per chi si sofferma anche fino al tramonto, la vista dalla terrazza del ristorante della Torre è mozzafiato.

Fondazione Prada @andrea_rossetti_archive
Fondazione Prada @andrea_rossetti_archive

Il viaggio di Triennale Milano

La Triennale Milano, sin dalla sua fondazione, è un'istituzione culturale non solo per Milano ma a livello internazionale. Entrare negli storici spazi della Palazzo dell'Arte è di per sé già un viaggio nell'arte, nell'architettura e nel design di qualità. Il tempo all'interno delle diverse sale espositive di Triennale Milano vi sembrerà volare perché con un unico biglietto si possono visitare sempre numerose mostre temporanee, oltre al Museo del Design Italiano e l’allestimento permanente di Casa Lana di Ettore Sottsass. Attualmente le mostre sono The People I Like e I gioielli della fantasia, dedicate al fotografo Giovanni Gastel, Saul Steinberg Milano New York, Raymond Depardon e Barbara Probst. Poesia e verità. La sosta può risultare ancora più piacevole nel nuovo bar di Triennale Milano, dalle cui grandi vetrate ammirare le nuove opere del giardino: la sedia "Grande Milano" di Aldo Rossi e l'opera "Meuble Plus", dell'architetto franco-ungherese Yona Friedman.

La sedia "Grande Milano" di Aldo Rossi in Triennale Milano
La sedia "Grande Milano" di Aldo Rossi in Triennale Milano
Luoghi insoliti da visitare in Toscana
Luoghi insoliti da visitare in Toscana
Cosa fare a San Valentino: i 5 posti più romantici per il giorno degli innamorati
Cosa fare a San Valentino: i 5 posti più romantici per il giorno degli innamorati
La soluzione per asciugare velocemente il bucato anche quando piove
La soluzione per asciugare velocemente il bucato anche quando piove
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni