5 Marzo 2022
11:40

Scout Willis, dal body trasparente al completo metallico: nel video le sfumature dell’essere donna

Scout laRue Willis (figlia di Bruce Willis e Demi Moore) ha pubblicato il suo nuovo singolo. Nel video sfoggia tra look diversi, per interpretare tre diversi ruoli: Demone, Martire, Regina. Questo costume in particolare ne ricorda uno iconico, nella storia della moda e della musica: il body di Cher creato da Bob Mackie.
A cura di Giusy Dente

Grande giorno, per Scout laRue Willis: ha pubblicato il nuovo singolo, che segue Love Without Possession. La canzone si intitola Shouldn't' I be e come la precedente sarà inclusa nell'album di debutto di prossima uscita (prevista per l'estate del 2022). La figlia di Bruce Willis e Demi Moore (mamma e figlia sono identiche!) in passato ha collaborato con altri artisti, si è cimentata come chitarrista, ma ora è pronta all'avventura da solista. Il nuovo brano è un atto di liberazione, è l'abbandono di vecchi schemi mentali e autosabotaggi, è l'espressione del desiderio di essere finalmente chi si è davvero. L'intero album è il completamento di un percorso di crescita, quello di una giovane donna che vuole mettersi a nudo e accettarsi così com'è.

Scout Willis: Regina, Demone, Martire

Per presentare al mondo il suo nuovo singolo, Scout laRue Willis ha scelto delle foto emblematiche, con tre look molto diversi, che identificano diversi ruoli nella società. I tre archetipi sono la Regina, il Demone e la Martire e li ritroviamo anche nel video di Shouldn't' I be. Nelle vesti di Regina celebra il femminile, il piacere, la sensualità, il godimento: tutto quello che rende umani, quelle caratteristiche terrene che permettono di vivere la propria vita in pieno, non a metà.

"A che servono le vecchie storie di inutile insicurezza e giocare in piccolo solo per non mettere a disagio nessuno? Non c'è vera sicurezza in una vita per metà vissuta, per metà goduta. Siamo tutti qui per bruciare il più a lungo possibile" ha scritto su Instagram la cantante.

Per questo ha scelto un look sexy, scintillante e provocante. Protagonista assoluto è il body rifinito di piume e cristalli in stile anni Venti: ricorda l'iconica creazione di Bob Mackie per Cher (riproposta anche da Beyoncé e Tina Turner). Scarpe di Jeffrey Campbell, capelli ricci e vaporosi, gioielli e smalto rosso sulle unghie completano il look regale. Completamente diverso il look della Martire: il costume (firmato Aslan) è completamente metallico, con seno scoperto, con tanto di spada.

I capelli sono scuri e acconciati in un caschetto corto. Ricorda alcune rappresentazioni di Giovanna d'Arco, difatti la Martire simboleggia la sofferenza e il sacrificio. Infine c'è il Demone: questo archetipo rappresenta le insidie, le sfide della vita, tutte le bugie da cui ci lasciamo affascinare e che raccontiamo a noi stessi per restare fermi nel dolore piuttosto che reagire e cercare la felicità. L'outfit è color nude, con un intensissimo make-up rosso fuoco sia su occhi che labbra.

Scout Willis, la figlia di Demi Moore celebra il corpo femminile: il nuovo video è un inno alle donne
Scout Willis, la figlia di Demi Moore celebra il corpo femminile: il nuovo video è un inno alle donne
Emma Marrone con completo in latex e trench metallico: i look per il video di Ogni volta è così
Emma Marrone con completo in latex e trench metallico: i look per il video di Ogni volta è così
Rumer Willis si ribella al body shaming: sui social è stata accusata di essere
Rumer Willis si ribella al body shaming: sui social è stata accusata di essere "troppo magra"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni