21 CONDIVISIONI
Incoronazione di Re Carlo III d'Inghilterra

Carlo III diventa re tra ermellino e velluti: il significato di tutti gli abiti dell’incoronazione

Carlo III è entrato nell’abbazia di Westminster per essere incoronato re con una giacca rossa bordata d’oro e non in alta uniforme, come si pensava.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Beatrice Manca
21 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Incoronazione di Re Carlo III d'Inghilterra

Dopo mesi di preparativi, il momento più solenne è arrivato: re Carlo III è stato incoronato re nell'abbazia di Westminster accanto alla moglie Camilla. La cerimonia si è svolta seguendo un protocollo molto preciso, codificato un secolo fa, ma il nuovo sovrano ha introdotto molti elementi di novità per renderla più inclusiva e aperta. Nell'abbigliamento però il nuovo re non ha voluto rompere con la tradizione, indossando i paramenti dei sovrani che lo hanno preceduto e non l'uniforme, come si pensava.

Re Carlo arriva all'abbazia col mantello di ermellino

Prima del solenne corteo Carlo III è arrivato a Buckingham Palace in auto con un abito gessato blu e cravatta abbinata. Lì si è cambiato d'abito e ha indossato gli abiti cerimoniali per l'incoronazione.

Carlo III prima del corteo
Carlo III prima del corteo

È salito in carrozza per il corteo indossando il tradizionale Robe of State di ermellino realizzato per Giorgio VI nel 1937. Al suo fianco la moglie Camilla, incoronata regina con un abito bianco finemente ricamato. La Robe of State indossata dal re è caratterizzata da un lungo strascico color cremisi tenuto da due paggi, incluso il principino George.

Il mantello di re Carlo
Il mantello di re Carlo

Sotto la veste cerimoniale, il re indossa una giubba rossa bordata d'oro, un paio di pantaloni neri e scarpe con la fibbia. Una scelta inaspettata considerando che negli scorsi giorni era dato per certo l'uso dell'uniforme da ammiraglio.

Immagine

Al suo fianco il re tiene una spada, uno dei molti simboli regali usati nella cerimonia, oltre al Globo e agli scettri. Sul suo capo verrà posata la corona di Sant'Edoardo, usata solo nelle incoronazioni, per poi indossare la Corona Imperiale di Stato all'uscita dell'abbazia.

Carlo III all'abbazia di Westminster
Carlo III all'abbazia di Westminster

Carlo III indossa le vesti della madre e del nonno

Nonostante le molte novità, Carlo III ha voluto rispettare le parti salienti della cerimonia di incoronazione: ha scelto di indossare le vesti cerimoniale storiche usate dai sovrani che lo hanno preceduto, inclusa la madre Elisabetta e il nonno Giorgio. Dopo l'unzione, il re è stato rivestito con una tunica bianca, la Colobium Sindonis, simbolo della volontà di spogliarsi di fronte a Dio e poi con la Supertunica dorata, chiusa dalla Sword Belt.

Carlo III con la Supertunica dorata
Carlo III con la Supertunica dorata

Infine ha indossato il Mantello Imperiale, una veste antica decorata con ricami floreali e simbolici che pesa oltre due chili. Si tratta di paramenti simili a quelli sacerdotali, che sottolineano la natura religiosa del rito. Infine, Carlo III il guanto appartenuto al nonno, simbolo dell'onore del sovrano e del suo popolo.

La Corona di Sant'Edoardo
La Corona di Sant'Edoardo

Le due corone di Carlo III

Al termine del servizio, dopo l'unzione col rito sacro, sul capo del re è stata posta la corona di Sant'Edoardo, che lascia la Torre di Londra solo per le incoronazioni dei sovrani. La corona, realizzata in oro massiccio e pietre preziose alla fine del Seicento, ha un peso notevole: 2,3 chili. Carlo ha anche ricevuto i due scettri, simbolo del potere temporale e spirituale. Il sovrano ha anche indossato un anello con una croce di zaffiri, simbolo del matrimonio col suo popolo. Anche se molti esperti hanno provato a capire quanto valgono i gioielli reali, si tratta di pezzi dal valore storico incalcolabile. Prima di lasciare l'abbazia Carlo III ha ‘cambiato' la corona, indossando la più leggera Corona Imperiale di Stato.

Carlo III con il globo e gli scettri
Carlo III con il globo e gli scettri

Prima di lasciare l'abbazia Carlo III si è cambiato d'abito, indossando la Robe of Estate in velluto di seta viola. Anche questa nuova veste era indossata da Giorgio VI. Il mantello con cui ha lasciato l'abbazia include eleganti ricami dorati e il suo stemma e con questa nuova veste si è affacciato dal balcone di Buckingham Palace per salutare i suoi sudditi, affiancato dalla moglie Camilla. In un certo senso, Carlo III è nato per questo giorno: il suo destino è sempre stato quello di indossare la corona, in senso metaforico e letterale, e ogni più piccolo dettaglio di questa giornata ha celebrato l'inizio del suo regno.

21 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views