90 CONDIVISIONI

Perché il 25 novembre si celebra la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne

Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, istituita nel 1999 in ricordo di tutte le vittime.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Giusy Dente
90 CONDIVISIONI
Il 25 novembre è la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne
Il 25 novembre è la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne

Ogni 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne. La data, dal valore simbolico, fu scelta in memoria di un brutale assassinio avvenuto nel 1960 nella Repubblica Dominicana. La giornata fu istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999 attraverso la risoluzione 54/134, con lo scopo non solo di ricordare le tre donne torturate e uccise (le sorelle Mirabal), ma anche come monito per tutta la popolazione mondiale sulla violenza di genere. Quest'anno la ricorrenza è particolarmente sentita, perché segnata dall'ennesimo femminicidio avvenuto solo pochi giorni fa. La 22enne Giulia Cecchettin, uccisa dall'ex fidanzato, è la 105esima vittima del 2023.

La storia dell'assassinio delle sorelle Mirabal

Patria Mercedes, María Argentina e Bélgica Adela: le sorelle Mirabal furono uccise perché dissidenti, perché si opponevano alla dittatura di Rafael Leónidas Trujillo. Le tre donne facevano parte di un'organizzazione clandestina: quando quest'ultima fu scoperta dalla polizia, tutti i membri (tra cui le sorelle e i rispettivi mariti) furono portati in prigione. Le sorelle Mirabal vennero liberate alcuni mesi dopo, ma il 25 novembre 1960 andarono a fare visita ai coniugi ancora reclusi. Un'imboscata fu loro fatale. L'automobile sulla quale viaggiavano fu intercettata e le tre furono uccise a bastonate, simulando poi un incidente. La loro storia è raccontata da Julia Alvarez nel romanzo Il tempo delle farfalle da cui è stato tratto l'omonimo film di Mariano Barroso con Salma Hayek.Il titolo rimanda al nome di battaglia delle sorelle: Las Mariposas (le farfalle).

Il 25 novembre è la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne
Il 25 novembre è la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne

L'istituzione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne

L'omicidio delle sorelle Mirabal scosse moltissimo il Paese. L'indignazione popolare fu tale da portare di lì a pochi mesi all’assassinio di Trujillo e alla fine della sua trentennale sanguinosa dittatura. E proprio in memoria delle tre donne, il 17 dicembre 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione 54/134, dichiarò ufficialmente il 25 novembre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Scarpe rosse simbolo della lotta alla violenza sulle donne
Scarpe rosse simbolo della lotta alla violenza sulle donne

La ricorrenza, oltre a ricordare le sorelle Mirabal e tutte le donne vittime di violenza, vuole sensibilizzare su un tema così delicato, vuole ricordare quante donne vengono ancora uccise solo perché donne, pone l'accento sulle molteplici forme di violenza che subiscono. Perché il femminicidio è solo una faccia della medaglia: c'è la violenza psicologica, c'è quella economica, c'è quella sessuale, c'è quella che facciamo con le parole, ci sono il cyberbullismo e il revenge porn.

Perché le scarpe rosse sono il simbolo del 25 novembre

Da una quindicina di anni a questa parte, le scarpe rosse sono diventate il simbolo del 25 novembre. Sono l'icona universale per ricordare le vittime di tutto il mondo, per ribadire l'importanza della lotta contro ogni tipo di violenza di genere e per chiedere più diritti per le donne. La prima a usarle è stata l'artista messicana Elina Chauvet che le ha inserite in un'installazione realizzata nel 2009 proprio per denunciare i molteplici soprusi nei confronti delle donne e il crescente numero di femminicidi. Zapatos Rojas consisteva proprio in una distesa di scarpe rosse, colore del sangue versato: ogni coppia di calzature (33 paia per l'esattezza) identificava una storia di abusi e maltrattamenti. Da allora, molto spesso le piazze si sono riempite di scarpe rosse il 25 novembre e Zapatos Rojos è diventata anche un film, diretto da Carlos Eichelman Kaiser.

Panchina rossa contro i femminicidi
Panchina rossa contro i femminicidi

Qual è il significato della panchina rossa

Il secondo simbolo della lotta contro la violenza sulle donne è la panchina rossa, immagine potente e forte che vuole dare visibilità a un tema importante e indurre alla riflessione collettiva, al ricordo, al raccoglimento. In particolare, il riferimento è alla violenza domestica, quella che si consuma dentro le case in modo silenzioso, ma sistemico. Spesso nelle nostre città vengono inaugurate panchine rosse in ricordo di donne uccise dentro le mura domestiche o dai loro compagni. Una delle ultime, è quella fortemente voluta dal nipote di Concetta Marruocco, uccisa dal marito con 39 coltellate.

90 CONDIVISIONI
Donne vittime di violenza psicologica: perché non uccidono soltanto gli schiaffi e le botte
Donne vittime di violenza psicologica: perché non uccidono soltanto gli schiaffi e le botte
Violenza sulle donne: i meccanismi psicologici che scattano nella mente della vittima
Violenza sulle donne: i meccanismi psicologici che scattano nella mente della vittima
Giornata contro la violenza sulle donne 2020: tutti gli eventi e le iniziative online
Giornata contro la violenza sulle donne 2020: tutti gli eventi e le iniziative online
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni