18 Marzo 2022
13:23

Luca Guidara, il Coach dell’ordine racconta la vita dopo l’ictus: “È una seconda possibilità”

Luca Guidara sui social è conosciuto come Coach dell’Ordine ed è un vero esperto di pulizie. A Fanpage.it ha spiegato che il segreto per renderle meno gravose è la programmazione, avere una routine. La sua è stata recentemente stravolta da un ictus che lo ha tenuto mesi in ospedale. Sta facendo fisioterapia e logopedia, ma sta piano piano riprendendo in mano la sua vita.
A cura di Giusy Dente

Trentenne, originario di Varese, vero e proprio guru dell'ordine e della pulizia della casa: Luca Guidara è uno dei primi cleaning influencer italiani. Sui social spopolano i suoi consigli pratici dedicati esclusivamente alla cura dell'ambiente domestico, uno spazio che insegna a trattare con amore, nel rispetto anche della natura con soluzioni eco sostenibili. Dopo aver pubblicato Home sweet Home, il Coach dell'ordine (come è conosciuto online) è tornato in libreria con un altro volume. Stavolta si è concentrato sulla gestione delle pulizie: come programmarle, come inserirle in calendario, come alternare quelle quotidiane e quelle periodiche. Coi giusti accorgimenti insomma si può far sì che questo momento non sia necessariamente qualcosa di faticoso e gravoso, che toglie tempo a tutto il resto, ma qualcosa di costruttivo.

Luca Guidara, professione cleaning influencer

A Fanpage.it il cleaning influencer ha raccontato che già bambino amava che i suoi giocattoli fossero in ordine ed era abituato ad aiutare sua madre nelle faccende domestiche. Quello che fa sui social, insomma, rispecchia perfettamente i suoi interessi: di una passione di vecchia data è riuscito a fare un lavoro, rendendosi utile a tutti coloro che hanno qualche difficoltà quando si tratta detersivi, vetri, parquet, cambio di stagione. "Ho aperto la pagina a febbraio 2019, poiché mi ero reso conto che su Instagram, in Italia, non c’era quasi nessuno che desse informazioni relative alla cura della casa. All’estero, il trend del cleaning influencer era già avviato" ha spiegato.

La sua presenza sui social è per certi versi percepita ancora come strana, perché l'idea che un uomo si occupi della casa e lo faccia anche con piacere va in contrasto con una serie di stereotipi di vecchia data: "Credo che figure come la mia siano qui per abbatterli. In questo, i social sono molto utili perché in maniera semplice e informale, aiutano anche a trasmettere messaggi più complessi".

Casa dolce casa!

"Tornare a casa e godere di un ambiente accogliente e ordinato mi fa proprio esclamare: home sweet home" ha spiegato Luca. E proprio per regalare la stessa sensazione di benessere a quante più persone possibile ha scritto due libri. I suoi consigli sono indirizzati davvero a chiunque: casalinghi, studenti, curiosi, persone che trascorrono molto tempo fuori per lavoro. Il segreto è avere una routine consolidata, programmare: "Sì, perché ogni giorno sai cosa fare. Poi i miei sono spunti e consigli, il calendario si può stravolgere e modellare in base alle proprie esigenze".

Lui stesso ha dovuto stravolgerlo a causa di un problema di salute con cui ha recentemente dovuto fare i conti, che lo ha tenuto diverso tempo in ospedale. Ha raccontato: "Ho avuto precisamente un ictus causato da una malattia autoimmune. Piano piano, sto riacquistando la vita di un tempo, è difficile ma non impossibile per me! Sono ottimista: cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno e sto affrontando questo momento come una seconda possibilità e l’occasione per sperimentare anche cose nuove, scoprire qualcosa che non conoscevo. Ogni giorno è un’opportunità da cogliere e vivere al 100%".

Fare le pulizie per ritrovare il buonumore

Non è detto che il momento delle pulizie debba costituire per forza qualcosa di noioso o pesante. I consigli di Luca sono quelli che ti darebbe un amico: "Posso dire di mettere un po’ di buona musica, di quella che ti fa venire subito il buon umore, che ti fa dimenticare la fatica. Nel mio ultimo libro, ad esempio, c’è proprio una sezione dedicata alla playlist consigliata per ogni tipo di attività". La sua attenzione non va solo al proprio benessere, ma anche a quello dell'ambiente. Il cleaning influencer è molto attento alla sostenibilità.

E basta davvero poco, per fare la propria parte: "Innanzitutto, ci sono già in vendita dei prodotti realizzati nel rispetto dell’ambiente e identificabili dalle relative etichette; oppure possiamo realizzare dei prodotti per le pulizie green anche in casa, utilizzando pochi e semplici ingredienti, che rispettino la natura. Ma il discorso non vale solo per i detersivi: possiamo realizzare tantissime cose in casa, che sono utili nella vita di tutti i giorni. Ad esempio, qualche giorno fa, in occasione del Carnevale, ho postato un tutorial per spiegare come realizzare dei coriandoli con delle foglie secche. È un modo per non inquinare e far divertire i bambini in maniera semplice e creativa".

Chi aiuta il Coach dell'ordine?

In questi ultimi due anni Luca ha costruito una solida community: ai suoi follower dà consigli, da loro prende spunti e ovviamente riceve molte domande da chi ha meno dimestichezza o è alle prime armi. A tal proposito ha detto: "I dubbi sono in genere relativi alle attività da svolgere, come ad esempio: si può utilizzare il vapore sul parquet? Per i pavimenti si passa prima lo straccio o si spazza?. A volte, alcune domande sono sorprendenti ma mi divertono anche. Altre cose che spesso mi chiedono sono quelle relative al mondo degli influencer e alla mia professione. La domanda più gettonata è: ma si può lavorare solo con Instagram?".

Un altro argomento che genera sempre una certa ‘ansia da prestazione' è il cambio di stagione! Adesso dispensa dritte utili, ma in passato lui stesso è caduto in qualche errore: "A volte mi è capitato di buttare o mettere da parte un capo che nei mesi successivi si è dimostrato utile. Quindi il mio consiglio è: pensate sempre bene all’utilizzo dei vostri abiti, perché potreste eliminare qualcosa che poi potrebbe servire dopo". Oggi per tutte queste domande abbiamo Luca Guidara pronto a riportarci sulla retta via dell'ordine e della pulizia. Ma quando è lui, ad avere una domanda, non ha dubbi. Non è certo a Google che si rivolge: "Ovviamente il mio guru è la mia mamma!".

Edoardo Pinto racconta il percorso di transizione:
Edoardo Pinto racconta il percorso di transizione: "Ora è tutto in ordine, è la scelta giusta"
3.334.716 di Stile e trend
Sharon Stone: “Dopo l’ictus non faccio più ritocchi estetici”
Sharon Stone: “Dopo l’ictus non faccio più ritocchi estetici”
Gaia Zorzi si racconta: la crush segreta, il fratello Tommaso, la vita e il lavoro a Bruxelles
Gaia Zorzi si racconta: la crush segreta, il fratello Tommaso, la vita e il lavoro a Bruxelles
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni