1.022 CONDIVISIONI
24 Settembre 2022
16:24

L’assurda teoria su Tiafoe macchia l’ultima partita di Federer: “Gli hai mancato di rispetto”

Dopo aver battuto la coppia Federer-Nadal in Laver Cup in quello che era l’ultimo match della carriera di Re Roger i tennisti Frances Tiafoe e Jack Sock sono stati vittima di un vergognoso tsunami di beceri insulti (anche razzisti) sui social network a causa di un’assurda teoria sulla sportività mostrata in campo.
A cura di Michele Mazzeo
1.022 CONDIVISIONI

Il match di doppio della Laver Cup 2022 tra la coppia formata da Roger Federer e Rafael Nadal e quella composta invece da Frances Tiafoe e Jack Sock è entrato di diritto nella storia del tennis come l'ultimo incontro da professionista dello svizzero, considerato uno dei più grandi tennisti di sempre. Il pianto del 41enne di Basilea, la commovente dedica alla moglie, l'emozione di tutti i presenti e l'iconica immagine di Federer e, il rivale di sempre, Nadal in lacrime che si tengono per mano seduti in panchina infatti rimarranno a lungo impressi nella memoria di tutti gli appassionati di sport e non solo. Un finale degno della sontuosa carriera di King Roger.

Tutto perfetto dunque se non fosse che un'orda imbarbarita di "presunti tifosi" dello svizzero ha cercato di rovinare tutto riversando odio nei confronti dei due tennisti che hanno giocato e vinto contro Federer e Nadal nella partita che ha rappresentato l'addio al tennis agonistico da parte del vincitore di 20 tornei dello Slam. Dopo aver ottenuto il successo infatti sui social network si è scatenata una vera e propria campagna denigratoria nei confronti di Frances Tiafoe e Jack Sock vittime di un'infinita sequela di insulti perché insensatamente accusati di aver mancato di rispetto a Federer non avendolo lasciato vincere nel suo ultimo incontro.

"Rispetta le gerarchie", "Pezzo di m***a", "Sei disgustoso", "Impara cos'è il rispetto figlio di pu****a", "Sei il giocatore più odiato da oggi", "Spero che tu perda ogni partita da qui alla fine della tua carriera" sono solo alcuni dei tantissimi commenti colmi d'odio che hanno inondato i profili social dei due tennisti che avevano invece appena onorato il torneo e i loro avversari (cosa che invece non sarebbe avvenuta lasciando vincere Federer-Nadal) giocando al meglio delle proprie possibilità e portando a casa un meritato successo.

Nel mirino degli haters è finito soprattuto Tiafoe che è stato anche accusato di essere stato anti-sportivo nel suo modo di giocare, per aver più volte tirato sul corpo di Federer e Nadal per ottenere il punto (cosa invece assolutamente abituale quando si gioca in doppio dato che non potendo puntare sull'ampiezza del campo per fare il punto si cerca di mandare la palla più possibile vicina al corpo dell'avversario di modo da rendere più complicato il movimento per un'eventuale risposta).

Sul 24enne statunitense si è dunque scatenato uno tsunami di insulti e offese alcune delle quali hanno travalicato anche l'aspetto sportivo sfociando nel razzismo come dimostrano una serie di beceri commenti sul colore della sua pelle. Un vergognoso comportamento da parte di queste persone che con il tennis e lo sport non hanno nulla a che fare e che con le loro assurde teorie hanno macchiato un pochino lo storico addio al tennis di uno dei più grandi tennisti di tutti i tempi, quel Roger Federer che, oltre che per il sublime livello di gioco e la classe cristallina, si è sempre distinto per stile e sportività dentro e fuori dal campo. Quella che questi suoi "presunti tifosi" di certo non hanno.

1.022 CONDIVISIONI
Un'azione assurda produce un autogol beffardo: il portiere è distrutto dopo aver deciso la partita
Un'azione assurda produce un autogol beffardo: il portiere è distrutto dopo aver deciso la partita
Panatta si scaglia in diretta contro Tiafoe prima del match con Sonego:
Panatta si scaglia in diretta contro Tiafoe prima del match con Sonego: "È un maleducato!"
Thiago Silva a muso duro contro il c.t. della Serbia:
Thiago Silva a muso duro contro il c.t. della Serbia: "Ha mancato di rispetto al Brasile"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni