237 CONDIVISIONI
15 Novembre 2020
15:33

Valentino Rossi ha sprecato l’ultima grande occasione per il decimo titolo Mondiale

Il Mondiale della MotoGP 2020 vinto da Joan Mir è anche l’ultima chance sprecata da Valentino Rossi per conquistare il decimo titolo iridato in carriera: in un campionato così corto senza il dominatore Marc Marquez e con suoi rivali più accreditati in netta difficoltà la proverbiale continuità di prestazione del “dottore” avrebbe potuto fare la differenza. La sua più grande colpa? Non averci mai creduto abbastanza.
A cura di Michele Mazzeo
237 CONDIVISIONI

Sono tante le cose che ricorderemo di questa pazza stagione della MotoGP che oggi nel GP di Valencia ha assegnato il suo titolo iridato al giovane Joan Mir. Tra le altre anche il fatto che Valentino Rossi ha sprecato l'ultima chance della carriera per conquistare il decimo titolo Mondiale.

Già perché in un anno in cui il dominatore Marc Marquez ha dovuto lasciare spazio agli altri a causa di un infortunio patito nella prima gara stagionale e i suoi più accreditati sfidanti Fabio Quartararo, Maverick Vinales e Andrea Dovizioso hanno peccato di continuità, l'occasione, quasi impensabile alla vigilia della stagione, per il "dottore" era davvero ghiotta. Con i suoi 41 anni e la sua grande esperienza ad altissimi livelli nel campionato motociclistico più prestigioso al mondo, in un Mondiale più corto del solito a causa del Coronavirus, Valentino Rossi avrebbe potuto quantomeno lottare per il titolo che come ha dimostrato Joan Mir si è vinto con la continuità e non con i successi.

Di giustificazioni per il nove volte campione del mondo ce ne sono parecchie, dai più volte palesati problemi della Yamaha a qualche sfortunato episodio avvenuto in avvio di stagione fino all'insicurezza di avere una sella nella prossima MotoGP con cui ha dovuto fare i conti fino al GP di Misano quando ha messo nero su bianco il suo accordo con il team Petronas per il 2021. Tra queste non c'è il Covid, perché il pilota marchigiano aveva buttato via le chance di conquistare il  titolo già prima dei due GP di Aragon che ha dovuto saltare perché positivo al coronavirus.

Al netto di tutto ciò, va detto, che qualche errore Valentino Rossi lo ha commesso e che forse questa volta, come mai capitatogli prima in 25 anni di Motomondiale, la sua più grande colpa è stata quella di non crederci fino in fondo. E, conoscendo la sua grande ambizione, siamo sicuri che, vedendo come è andato a finire questo Mondiale, anche a lui sarà rimasto un po' di amaro in bocca per aver capito troppo tardi che il decimo titolo iridato era davvero alla sua portata e che è molto difficile che il prossimo anno si ripresentino le stesse condizioni per riprovarci. Anche se dal Dottore ci si può attendere sempre che tiri fuori il coniglio dal cilindro in qualsiasi momento, soprattutto quando nessuno ormai se lo aspetta più. Anche a 42 anni.

237 CONDIVISIONI
Kevin Schwantz non riconosce Valentino Rossi: "Non è competitivo e cade spesso. Non è lui"
Kevin Schwantz non riconosce Valentino Rossi: "Non è competitivo e cade spesso. Non è lui"
"Marc Marquez è più forte di Valentino Rossi": Aleix Espargaro spiega perché
"Marc Marquez è più forte di Valentino Rossi": Aleix Espargaro spiega perché
Ferrari 'boccia' Valentino Rossi per Le Mans 2023: "È troppo vecchio per l'Endurance"
Ferrari 'boccia' Valentino Rossi per Le Mans 2023: "È troppo vecchio per l'Endurance"
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
F. Quartararo Yamaha
Yamaha
156
2
J. Zarco Ducati
Ducati
122
3
F. Bagnaia Ducati
Ducati
109
4
J. Mir Suzuki
Suzuki
101
5
J. Miller Ducati
Ducati
100
Pos.
Team
Punti
1
Yamaha
184
2
Ducati
167
3
Ktm
114
4
Suzuki
105
5
Honda
86
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni