Tamara Ecclestone insieme al padre Bernie
in foto: Tamara Ecclestone insieme al padre Bernie

Tamara Ecclestone non dimenticherà tanto facilmente il suo viaggio in Lapponia. Poco dopo la sua partenza per le vacanze di Natale, l’esclusiva villa londinese della 35enne figlia del magnate della Formula 1, Bernie Ecclestone, è stata svaligiata. Il furto, riporta The Sun, è stato messo a segno nella serata di venerdì da tre ladri che hanno agito indisturbati per circa 50 minuti, fino a quando non sono stati costretti a fuggire per evitare di essere sorpresi da una delle guardie che piantonava l’abitazione.

Furto nella villa di Tamara Ecclestone

La residenza, dove Tamara vive con il marito Jay Rutland, è situata nel quartiere di Kensington, uno dei più prestigiosi di Londra, considerato tra i più sicuri della città per i tanti posti di blocco e pattuglie presenti 24 ore su 24. Questo non è però bastato a evitare che i rapinatori riuscissero a eludere i controlli di sicurezza e introdursi nell’appartamento. I ladri hanno scavalcato le recinzioni esterne e, continua The Sun, fatto irruzione in giardino, prima di riuscire in qualche modo a entrare in casa. Arrivati alle cassaforti nascoste in camera da letto, una delle 57 stanze di cui è composta la villa, hanno portato via “ogni singolo gioiello e alcuni preziosi che avevano un significato personale importante”.

Oggetti di valore sia economico sia affettivo, tra anelli, orecchini e anche un bracciale di Cartier di 80.000 sterline che il padre Bernie le aveva donato come regalo di nozze. “Si tratta del furto con scasso più scioccante perché è una delle case più sicure di Londra, situata in una delle strade più sicure della città”. Il colpo ammonta a 50 milioni di sterline di gioielli, circa 60 milioni di euro, rubati dalle cassaforti di Tamara e del marito Jay. “Chiunque lo abbia fatto, è stato dentro per 50 minuti, e ha avuto il tempo di aprire le cassaforti nascoste nella camera dei due, prima di scappare da una finestra aperta”. Un portavoce della famiglia ha affermato: “Posso purtroppo confermare che c’è stata un’irruzione. La sicurezza interna sta collaborando con la Polizia. Tamara e la famiglia stanno bene, ma sono ovviamente arrabbiati e scossi dall’accaduto”.