Brutto episodio avvenuto durante la gara di Moto3 del GP di Doha vinta incredibilmente da Pedro Acosta partito dalla pit-lane: a pochi giri dal termine della corsa della classe della minor cilindrata del Motomondiale sul circuito di Losail dopo un contatto con Binder (che poi terminerà secondo davanti all'italiano Antonelli), in curva 1 Jeremy Alcoba (Indonesian Racing Gresini Moto3) cade con la sua moto che finisce su John McPhee (Petronas Sprinta Racing) che finisce nella ghiaia e vede così terminare in anticipo la propria gara. Il britannico non ci sta e si avvicina minaccioso verso lo spagnolo. I due piloti si affrontano a muso duro a bordo pista e partono anche spintoni e calci che danno vita ad una piccola rissa.

Per fortuna nessuno dei due centauri ha riportato conseguenze fisiche da quanto accaduto, ma adesso il loro deprecabile comportamento finirà certamente sotto la lente d'ingrandimento della Dorna e potrebbe quindi essere sanzionato. La gara è poi proseguita con la stupefacente rimonta del 16enne Pedro Acosta che dopo esser partito dalla corsia dei box ha risalito tutto il gruppo andando a centrare la sua prima vittoria nel Motomondiale. Il classe 2004, già sul podio al debutto iridato nello scorso GP del Qatar,  alla bandiera a scacchi batte Darryn Binder della Petronas Sprinta Racing (che dunque non ha avuto alcuna conseguenza dal contatto con Alcoba da cui e poi scaturita la rissa tra lo spagnolo e McPhee) e Niccolò Antonelli dell'Avintia Esponsorama che brucia il connazionale Andrea Migno della Rivacold Snipers e può così festeggiare il suo primo podio del 2021.