Non è stata una giornata fortunata a Barcellona per Fabio Quartararo. Il pilota francese è stato prima penalizzato di tre secondi per aver tagliato una curva nel finale di gara a Montmelo e dopo diverse ore dalla fine del GP ha ricevuto un'altra sanzione di 3″ sul suo tempo per aver guidato con la tuta slacciata sul petto nella parte finale del Gran Premio di Catalogna. La settima tappa del Mondiale 2021 di MotoGP. si chiude tra le polemiche, visto che  Il pilota francese ha ricevuto la seconda penalità per aver guidato con la tuta slacciata e senza le adeguate protezioni al petto.

Che cosa è successo. Il leader della classifica mondiale è stato costretto a percorrere gli ultimi giri della gara, vinta poi dal portoghese Oliveira, a petto nudo e ha spiegato dopo la gara di non avere chiara la dinamica dell'accaduto: "Non so cosa sia successo, mi sono trovato con la tuta aperta alla fine del rettilineo e ho cercato di richiuderla, ma ci sono riuscito solo a fine gara. Ho anche perso il cuscinetto di protezione per il petto. Guidare con la tuta aperta che ti butta il corpo indietro non è facile, ma io ho pensato solo a chiudere sul podio, che poi mi hanno tolto per la penalizzazione di 3″ per aver tagliato la prima curva. Altra penalizzazione? Penso che ho già avuto quella di 3″ per aver tagliato la prima curva che mi ha fatto perdere il podio e finire 4°: credo sia abbastanza. Ho finito la gara in sicurezza".

La Ducati e la Suzuki hanno presentato ricorso ufficiale ai danni del portacolori Yamaha per quanto accaduto nei giri finali della gara e poche ore dopo è arrivata la decisione della penalità da parte dei commissari di gara in base all'articolo 2.4.5.2: "[…] l’equipaggiamento di un pilota deve essere indossato, correttamente allacciato, durante l’intera durata dell’attività in pista".

Quest'ultima decisione non è stata presa bene da Fabio Quartararo non ha preso benissimo, che su su Instagram ha espresso tutta la sua indignazione: "Congratulazioni a tutte le persone che vanno a lamentarsi in Direzione Gara per farmi ricevere un'altra penalità. Non ho messo nessuno in pericolo come ha detto un pilota, era già dura per me guidare. Ma è bello vedere i veri volti di alcune persone. Voglio solo ringraziare tutte le persone che mi supportano e mi aiutano nei momenti difficili. Ci vediamo alla prossima".

Fabio Quartararo ha tagliato il traguardo in terza posizione ma aveva ricevuto 3″ di penalità per il taglio della prima curva passando da 3° a 4°: con la seconda sanzione di 3″ per la tuta non correttamente allacciata è scalato al 6° posto finale. Il pilota francese resta leader del mondiale con 115 punti, a +14 su Zarco, +25 su Miller, +27 su Bagnaia e +37 su Mir.