Dopo la prima sessione della mattina, nel primo pomeriggio i piloti della MotoGP sono tornati in pista a Jerez per la seconda sessione di prove libere del GP di Andalusia, secondo appuntamento nel calendario del Mondiale 2020 della classe regina del Motomondiale. Come da previsione le condizioni climatiche ha influito sui tempi, superiori a quelli fatti registrare al mattino.

A piazzare il miglior tempo in questa seconda sessione è stato il giapponese del team LCR Honda Takaaki Nakagami che nel suo giro migliore ha fermato il cronometro sull'1:17.715 precedendo di 155 millesimi quello fatto registrare da Johann Zarco con la Ducati del team Avintia. Terzo tempo per Pol Espargarò su KTM che ha fatto segnare un ritardo di 174 millesimi dal leader della sessione che ha fatto meglio dei due alfieri del team Petronas Franco Morbidelli (4° a 295 millesimi dal tempo di Nakagami) e Fabio Quartararo (6°, + 417 millesimi), tra i quali si è piazzato Maverick Vinales con la Yamaha ufficiale (5°, +392 millesimi).

Ottavo tempo per Valentino Rossi che ha chiuso con un ritardo di 577 millesimi dal miglior tempo della sessione precedendo Francesco "Pecco" Bagnaia del team Pramac (9°, + 594) e facendo vedere dei miglioramenti rispetto a quanto fatto una settimana fa anche quando le temperature si alzano. Ancora in difficoltà gli alfieri della Ducati con Andrea Dovizioso (+727) e Danilo Petrucci (+828) che hanno ottenuto rispettivamente il 12° e il 13° tempo della sessione.