Chi segue la Formula 1 sa benissimo che Helmut Marko è un uomo che non ha molti peli sulla lingua, dice quello che pensa, lo fa in modo diretto, a volte pure troppo, ed è abituato a liquidare i piloti della Red Bull e della Toro Rosso. Recentemente, andando controcorrente, aveva dichiarato che la Formula 1, nonostante tutto il mondo si sia fermato per il Coronavirus, avrebbe dovuto correre in Australia. Adesso Marko ha fatto una dichiarazione choc su Max Verstappen, pilota Red Bull che lui stesso ha scoperto e valorizzato.

L'infelice battuta Helmut Marko su Verstsappen

Marko, braccio destro di Mateschitz, mister Red Bull, in un'intervista rilasciata al sito austriaco ‘Kronen Zeitung', ha parlato delle paure di Max Versstappen, che si è rifugiato nella propria abitazione perché teme di essere contagiato. Marko ha rivelato ciò e ha fatto probabilmente una battuta che gli è uscita malissimo a proposito del pilota olandese, che mesi fa si è legato con un lungo contratto alla Red Bull e che è uno dei candidati per il successo nel Mondiale Piloti:

Mi ha detto al telefono che era terrorizzato dall’essere contagiato. La cosa migliore sarebbe che venisse infettato ora, a  22 anni non è un rischio, ma almeno in seguito sarebbe immune nella sua corsa al titolo.

La Formula 1 forse partirà nel mese di giugno

La pandemia ha portato al rinvio di sette delle prime otto gare del Mondiale di F1 2020, l'ottava è stata ufficialmente cancellata – la gara del Principato di Monaco. Mentre i piloti restano nelle rispettive abitazioni e si dilettano in diverse attività, Chase, il boss della Formula 1, nel giorno anche del rinvio di Baku ha detto che ci saranno in questa stagione comunque un minimo di 15 gare e un massimo di 18, e ha anche dichiarato che la stagione terminerà a metà dicembre, due settimane più avanti rispetto a quella prevista.