817 CONDIVISIONI
19 Giugno 2022
23:21

Lo strano team radio di Sainz dopo la sua miglior gara in Ferrari: “Mi dispiace”

Nel GP del Canada Carlos Sainz ha messo a segno la sua miglior prestazione da pilota Ferrari eguagliando il suo miglior risultato di sempre in Formula 1 ma nel team radio con il box alla fine della gara lo spagnolo si è quasi scusato con la squadra.
A cura di Michele Mazzeo
817 CONDIVISIONI

Nel GP del Canada, nono round del Mondiale di Formula 1 2022, Carlos Sainz ha concluso al secondo posto preceduto di pochissimo dal leader del campionato Max Verstappen riuscendo anche a prendersi il giro veloce della gara, mettendo a referto quella che probabilmente è la sua miglior prestazione da quando è arrivato in Ferrari. Eppure, nonostante ciò, al termine della corsa lo spagnolo non è apparso per nulla soddisfatto del risultato ottenuto sulla pista di Montreal come dimostra lo strano team radio intercorso con il muretto Ferrari subito dopo la bandiera a scacchi.

Dopo aver tagliato il traguardo infatti l'ingegnere di pista del madrileno si è congratulato con lui per la performance messa a segno tanto che ha risposto con tono dimesso quasi scusandosi con la scuderia di Maranello per non essere riuscito a superare Verstappen e ottenere la vittoria: "Non potevo fare di più, mi dispiace!" sono state infatti le parole dello spagnolo dette in radio subito dopo la fine della gara canadese. Concetto che poi Sainz ha ribadito anche nelle interviste post gara nelle quali si è quasi giustificato per non essere riuscito a sopravanzare l'olandese della Red Bull: "Ero al limite ovunque, non credo che avessi potuto sbattere più forte sui cordoli o che avessi potuto andare ancora più vicino al muro. Ovviamente sono deluso, ma so anche che ho dato tutto" ha difatti spiegato il pilota della Ferrari dopo il GP del Canada.

Per quanto strano possa sembrare, nel giorno in cui, per sua stessa ammissione, si è sentito il pilota più veloce in pista (come dimostra il fatto che è stato costantemente più veloce di qualche decimo rispetto a Verstappen), il pilota spagnolo appare deluso per un risultato che gli permette di eguagliare il suo miglior risultato di sempre non solo in Ferrari ma nella sua intera carriera in Formula 1. Facile capire quale sia il motivo di questa apparentemente strana frustrazione espressa dal madrileno: aver perso l'occasione per conquistare la sua prima vittoria nel Circus. Prima vittoria che sta diventando un vero e proprio tarlo per lui. Ed è proprio per questo che in radio nel giro di rientro dopo la bandiera a scacchi della gara di Montreal è intervenuto anche il team principal Mattia Binotto cercando di risollevare il morale al suo pilota: "Bravo Carlos. È mancato poco" ha detto infatti il numero uno del muretto del Cavallino facendo riferimento proprio a quel trionfo tanto agognato dal 27enne di Madrid.

Un intervento, quello di Binotto, che ha leggermente sollevato il morale di Sainz ma che non è servito a farlo gioire per l'ottima prova messa in pista a Montreal. Non è un caso infatti che in un'altra intervista TV dopo la gara quando gli è stato chiesto se fosse contento per quanto fatto ha risposto con franchezza: "Contento no! Volevo vincere!".

817 CONDIVISIONI
Ferrari da horror a Baku, doppietta Red Bull: Leclerc e Sainz ritirati, vince Verstappen
Ferrari da horror a Baku, doppietta Red Bull: Leclerc e Sainz ritirati, vince Verstappen
F1, la Ferrari vola nelle prove libere 2 a Silverstone: Sainz davanti, poi Hamilton e Norris
F1, la Ferrari vola nelle prove libere 2 a Silverstone: Sainz davanti, poi Hamilton e Norris
Disastro Ferrari a Baku: il motore di Leclerc in fumo, Sainz fuori per un problema meccanico
Disastro Ferrari a Baku: il motore di Leclerc in fumo, Sainz fuori per un problema meccanico
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Red Bull
Red Bull
175
2
S. Pérez Red Bull
Red Bull
129
3
C. Leclerc Ferrari
Ferrari
126
4
G. Russell Mercedes
Mercedes
111
5
C. Sainz Ferrari
Ferrari
102
Pos.
Team
Punti
1
Red Bull
304
2
Ferrari
228
3
Mercedes
188
4
McLaren
65
5
Alpine
57
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni