Il Gran Premio del Portogallo è stato splendido. Lewis Hamilton ha ottenuto il 92° successo della sua carriera e ha così superato anche Michael Schumacher. La Ferrari è tornata in alto e ha ottenuto un risultato accettabile, Leclerc si è classificato quarto. Tanti piloti si sono distinti a cominciare da Raikkonen, autore di un primo giro strepitoso, ma una bella gara l'hanno disputata pure Sergio Perez e Gasly. Mentre non è entrato in zona punti Lando Norris, che pure era partito in modo splendido. Il britannico è stato danneggiato da un incidente con Lance Stroll, e dopo la gara il pilota inglese ha attaccato fortemente il figlio del patron della Racing Point.

La McLaren ha vissuto un avvio di gara a Portimao strepitoso con Sainzin testa per un paio di giri e Norris quarto alle spalle delle Mercedes ma davanti a Verstappen. Poi progressivamente sia Sainz che Norris hanno perso delle posizioni. Ma mentre lo spagnolo è riuscito a limitare i danni (anche complessivamente, ha chiuso sesto), il giovane inglese è scivolato fino al decimo posto. Al 17° giro Stroll, che stava cercando di recuperare delle posizioni, attacca Norris, poi lo chiude, ma lo fa troppo in fretta. Entrambi finiscono fuori pista. La gara di Lando e Lance è rovinata, il canadese viene penalizzato, ma questo non ha ‘consolato' Norris che dopo la gara frustrato ha detto:

Succede spesso con lui, quindi devo solo starne lontano. Lui non impara quello che fa, devo stargli alla larga. Non so se non riesce a vedere bene nella parte destra o qualcosa del genere. Ha rovinato la sua stessa gara, ha rovinato la mia gara, è stata colpa sua.

Stroll, che è stato l'unico pilota a ritirarsi in Portogallo, per la quarta gara di fila non ha conquistato punti e ora è scivolato all'undicesimo posto della classifica Piloti. Pure Norris, 13° al traguardo, non ha ottenuto punti e con questo ‘zero' è scivolato al settimo posto in campionato, con un margine minimo si Albon e Gasly.