Charles Leclerc ha fatto sapere che prima della partenza del GP di Austria non si inginocchierà come gesto simbolico di sostegno alle lotte antirazziste. Il pilota monegasco con un tweet sul proprio profilo social ha infatti dichiarato che a contare è come ci si comporta nel quotidiano piuttosto che i gesti simbolici che potrebbero essere percepiti come controversi in alcuni paesi.

"Credo che ciò che conta siano fatti e comportamenti nella nostra vita quotidiana piuttosto che gesti formali che potrebbero essere considerati controversi in alcuni paesi – ha scritto su Twitter il 22enne pilota della Ferrari -. Non mi metterò in ginocchio, ma questo non significa affatto che sono meno impegnato di altri nella lotta contro il razzismo".