Si è conclusa la seconda sessione di prove libere del GP d'Ungheria, terza tappa del Mondiale 2020 di Formula 1. Dopo la sessione mattutina su pista asciutta dominata dalla Mercedes, nel pomeriggio i piloti sono tornati in pista testando le proprie monoposto sul tracciato bagnato dell'Hungaroring.

Nella sessione caratterizzata dalla pioggia con i piloti che hanno effettuato pochissimi giri lanciati a piazzare il miglior tempo con ruote full-wet è stato Sebastian Vettel che nel suo miglior giro ha fermato il cronometro sull'1:40.464 precedendo il pilota Mercedes Valtteri Bottas che nel suo unico tentativo con gomme da bagnato ha chiuso con un ritardo di 272 millesimi dal tedesco della Ferrari. Nessun tentativo con pneumetici da bagnato per Lewis Hamilton che sull'asciutto aveva dominato la sessione del mattino.

Tra i piloti che hanno girato con le gomme full-wet terzo tempo per Carlos Sainz (+1.320 dal leader) su McLaren che ha preceduto le Racing Point di Sergio Perez (+1.916) e Lance Stroll (+2.006). Solo 10° Charles Leclerc (+3.261 dal compagno di scuderia) finito dietro anche a Pierre Gasly (6°, +2.356), Max Verstappen (7°, +2.356), Romain Grosjean (8°, + 2.871) e Kimi Raikkonen (9°, +3.007). Oltre a Lewis Hamilton, sono stati tanti i piloti che hanno scelto di non scendere in pista con le gomme da bagnato, optando solo per qualche giro con le intermedie, senza quindi riuscire a piazzare un tempo valido. Tra questi i due alfieri della Renault, Daniel Ricciardo ed Esteban Ocon, ma anche l'altro pilota della Red Bull Alexander Albon che ha abortito l'unico tentativo con gli pneumatici da bagnato.