303 CONDIVISIONI
25 Ottobre 2022
20:11

Clima fastidioso attorno a Ducati in MotoGP: Honda provoca sugli ordini di squadra

Pesante botta e risposta sui social network tra la Honda e il Team Gresini. La casa giapponese ha fatto ironie sui presunti ordini di scuderia della Ducati nel Gran Premio della Malesia.
A cura di Alessio Morra
303 CONDIVISIONI

Domenica 6 novembre finirà il campionato del mondo di MotoGP. Pecco Bagnaia è a un passo dal chiudere la stagione in modo favoloso. Il piemontese ha 23 punti di vantaggio su Quartararo, in estate ne aveva 91 di ritardo. Il suo finale di stagione è stato esaltante. Il dominio della Ducati è nettissimo e questo ha creato al team italiano più di qualche problema. I presunti ordini di scuderia nel Gran Premio della Malesia sono stati un tema di discussione molto forte. E sui social c'è stato un duello affatto in punta di fioretto tra la Honda e il Team Gresini che non si sono risparmiati.

La situazione è particolare pure perché c'è mai stato un dominio così schiacciante per la Ducati che ha otto moto competitive e veloci che hanno monopolizzato vittorie e pole in tutta la seconda parte di stagione. Il titolo Costruttori è stato già vinto grazie a Bagnaia e Miller, ma non sono solo loro a regalare gioia alla casa emiliana. Ma il meglio deve ancora venire. Pecco con ogni probabilità conquisterà il titolo a Valencia e tra due settimane potrà arrivare un titolo totalmente italiano – considerando pilota e scuderia.

All'opposto la stagione della Honda che dopo anni di dominio assoluto sta vivendo un 2022 totalmente da dimenticare: ultimo posto nel campionato Costruttori per la casa giapponese, che in queste ultime ore ha dato vita a una polemica social molto forte in compartecipazione con il team Gresini Racing.

La Honda ha postato un tweet in cui era scritto: "Ci siamo svegliati ricordandoci che manca solo una gara". Un messaggio neutro in cui forse i giapponesi speravano di ricevere commenti di incoraggiamento dai sostenitori, ma tra i messaggi di risposta c'è quella della scuderia italiana che scende in pista con moto Ducati che ha risposto con una battuta pungente: "Dovreste essere felici che la stagione stia finendo".

La Ducati ha vinto il titolo Costruttori della MotoGP 2022.
La Ducati ha vinto il titolo Costruttori della MotoGP 2022.

Non c'è bisogno di spiegare il perché. Quelli della Honda hanno preso malissimo quella frase, quella provocazione del team italiano e sono entrati in tackle, un intervento in gamba tesissima. Perché la risposta è stata: "Quali sono gli ordini per domenica?".

Va detto che nel motorsport le battaglie social non sono sempre politically correct e che gli scambi spesso sono furenti, ma considerato il contesto di queste ultime settimane lo scambio è stato davvero di fuoco. Anche se poi si è chiuso con una stretta di mano virtuale tra Honda e Team Gresini.

La Honda rispondendo in quel modo comunque ha riportato in auge la discussione sugli ordini di scuderia, che stanno facendo parlare tanto nella MotoGP, il riferimento preciso e per la gara di Sepang che ha vinto Bagnaia davanti a Bastianini, che potrebbero essere compagni nella prossima stagione, guidano entrambi una Ducati, ma per due scuderie differenti.

Il vento delle polemiche soffia forte da tempo e dopo l'ultima gara che ha messo Bagnaia in una posizione invidiabile gli attacchi verso la Ducati sono aumentati. In pista è sceso anche Luca Marini, che corre con una Ducati del Team VR46, che a The Race aveva detto: "Queste sono le corse, è sempre stato così. Per esempio la Honda ha dominato per dieci anni e nessuno si è lamentato di questo. Basta spendere più soldi o fare un lavoro migliore. Basta cercare di migliorare“. Anche lui non si era risparmiato parlando del team giapponese.

Mentre lo stesso Bagnaia aveva rigettato gli ordini di scuderia affermando che lui e Bastianini guidano entrambi una Ducati, ma non per la stessa scuderia: "Enea alla fine è un avversario che punta sempre alla vittoria". E aveva poi anche fatto un post su Twitter piuttosto esemplificativo. Chiarissimo è stato anche il dirigente Tardozzi: "Non ci sono team order alla Ducati". 

303 CONDIVISIONI
La Ducati deve già fare i conti con la rivalità tra Bagnaia e Bastianini:
La Ducati deve già fare i conti con la rivalità tra Bagnaia e Bastianini: "È un bastardo"
Bagnaia spiazzato dal Presidente Mattarella: sapeva del
Bagnaia spiazzato dal Presidente Mattarella: sapeva del "bottone magico" sulla Ducati
Addio polemico nel biathlon italiano, Dorothea Wierer accusa:
Addio polemico nel biathlon italiano, Dorothea Wierer accusa: "Non è facile per me accettarlo"
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
F. Bagnaia Ducati
Ducati
266
2
F. Quartararo Yamaha
Yamaha
248
3
E. Bastianini Ducati
Ducati
220
4
A. Espargaro Aprilia
Aprilia
212
5
J. Miller Ducati
Ducati
189
Pos.
Team
Punti
1
Ducati
448
2
Yamaha
256
3
Aprilia
248
4
Ktm
240
5
Suzuki
199
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni