Finisce in semifinale l'avventura di Matteo Berrettini al torneo Masters 1000 di Shanghai. Dopo l'impresa con Thiem, numero 4 del ranking e 5 del seeding, il tennista capitolino è stato battuto sul campo in cemento della metropoli cinese da Alexander Zverev, 6° giocatore al mondo e 5a testa di serie con il punteggio di 6-3, 6-4. Un ko che non cancella gli ottimi risultati del nostro portacolori che nella giornata di lunedì dovrebbe guadagnare altre due posizioni nella classifica mondiale, raggiungendo l'11° posto (suo best ranking) e diventando così il primo tennista italiano.

Masters 1000 Shanghai, Berrettini battuto da Zverev in semifinale

Niente da fare per Matteo Berrettini nella semifinale del Masters 1000 di Shanghai. Il tennista capitolino reduce dal successo su Thiem è stato sconfitto in due set da Alexander Zverev numero 6 delle classifiche e 5a testa di serie del torneo. 6-3, 6-4 in favore del tedesco che si è imposto in poco più di un'ora di gioco, confermando l'eccezionale momento di forma dopo l'exploit contro Roger Federer nel match dei quarti di finale. Una sconfitta che comunque non toglie prestigio al torneo del classe 1996 italiano, secondo portacolori azzurro a raggiungere il penultimo atto di un Masters 1000 dopo Fognini. Zverev ora se la vedrà in finale contro Medvedv che nell'altro match di giornata ha battuto Tsitsipas.

Berrettini all'undicesimo posto del ranking Atp

Un successo contro Zverev avrebbe permesso a Berrettini di salire al 10° posto nella classifica mondiale. Nella giornata di lunedì, il romano salirà comunque di due posizioni piazzandosi sull'undicesimo gradino del ranking (è la sua migliore graduatoria). Scavalcato Fognini, Berrettini diventerà il primo tennista italiano, raccogliendo così i frutti di una stagione che gli ha regalato due titoli a Budapest e Stoccarda, il quarto turno a Wimbledon e soprattutto la semifinale agli US Open.

Berrettini alle Atp Finals, la situazione di classifica

Matteo Berrettini si qualificherà o meno alle prossime Atp Finals (il torneo professionistico di tennis più importante dell'annata dopo le quattro prove del Grande Slam a cui prendono parte i migliori otto tennisti delle classifiche ATP di singolare e di doppio)? Al momento il tennista capitolino può sorridere in vista dell'appuntamento londinese: 60 le lunghezze di vantaggio su Bautista Agut, con Berrettini che al momento detiene l'ultimo posto disponibile dopo quelli già conquistati da Nadal, Djokovic, Federer, Medvedev, Thiem e Tsitsipas, con Zverev che lo precede. Saranno decisivi gli ultimi appuntamenti stagionali a Vienna e Parigi Bercy