Il Giro d'Italia 2020 prende forma. L'edizione numero 103 della prestigiosa Corsa in rosa, rinviata per il Coronavirus prenderà il via il 3 ottobre con diverse novità rispetto al programma iniziale. Diverse le variazioni rispetto al tracciato originale, in primis quella relativa alla partenza in Sicilia con ben quattro tappe, al posto dell'Ungheria. Appuntamento finale in programma il 25 ottobre con la cronometro che si chiuderà sul traguardo di Milano.

Il Giro d'Italia 2020 inizierà con una crono a Monreale il 3 ottobre, e si concluderà nel capoluogo lombardo il 25 dello stesso mese. L'emergenza Coronavirus, ha spinto gli organizzatori a diverse modifiche soprattutto al Sud, anche se gran parte del tracciato originale pensato pre-Covid è stato mantenuto. Quattro tappe iniziali in Sicilia, sostituiranno quelle che erano in programma in terra magiara, con l'aggiunta poi di Matera, arrivo della sesta frazione e di partenza della successiva, e Roccaraso, traguardo in salita della decima tappa. Tre complessivamente le tappe a cronometro con 7 arrivi in salita e 6 in alta montagna

Incognita pubblico per il Giro d'Italia

Per quanto riguarda il pubblico, la speranza degli organizzatori è quello di poter contare sui tifosi, almeno alla partenza e all'arrivo. Queste le parole di Mauro Vegni, direttore dell'Area Ciclismo di RCS Sport: "Senza pubblico mancherebbe dello spirito stesso del ciclismo. Ovviamente su una tappa di 200 chilometri non posso gestire il pubblico in strada ma siamo pronti a farlo per le aree di partenza e arrivo con un nostro protocollo: misurazione della temperatura, distanziamento sociale, mascherine, gel, contingentamento in base agli spazi. Aspettiamo l'ultima parola del governo ma non mi aspetto le porte chiuse come sta accadendo negli stadi per il calcio".

Giro d'Italia 2020, il calendario delle tappe

3 ottobre – Monreale-Palermo (crono) – 15 km
4 ottobre  Alcamo-Agrigento – 150 km
5 ottobre – Enna-Etna (Linguaglossa Piano Provenzano) – 150 km
6 ottobre – Catania-Villafranca Tirrena – 140 km
7 ottobre – Mileto-Camigliatello Silano – 225 km
8 ottobre – Castrovillari-Matera – 188 km
9 ottobre – Matera-Brindisi – 143 km
10 ottobre – Giovinazzo-Vieste (Gargano) – 200 km
11 ottobre – San Salvo-Roccaraso (Aremogna) – 208 km
12 ottobre – Lanciano-Tortoreto – 177 km
13 ottobre – Porto Sant’Elpidio-Rimini – 182 km
14 ottobre – riposo
15 ottobre – Cesenatico-Cesenatico – 204 km
16 ottobre – Cervia-Monselice – 192 km
17 ottobre – Conegliano-Valdobbiadene – crono – 34,1 km
18 ottobre – Base Area Rivolto (Frecce Tricolore) – Piancavallo – 185 km
19 ottobre – riposo
20 ottobre – Udine-San Daniele del Friuli – 229 km
21 ottobre – Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio – 203 km
22 ottobre – Pinzolo-Laghi di Cancano (Parco Nazionale dello Stelvio) – 207 km
23 ottobre – Morbegno-Asti – 251 km
24 ottobre – Alba-Sestriere – 198 km
25 ottobre – Cernusco sul Naviglio-Milano – crono – 15,7 km