618 CONDIVISIONI
10 Agosto 2022
15:27

Verratti pensava che nessuno lo avesse visto: “La prossima volta nascondi la sigaretta”

Marco Verratti è diventato il protagonista di un video virale da centinaia di migliaia di visualizzazioni: la sua reazione spiega perché i tifosi del PSG lo amano.
A cura di Paolo Fiorenza
618 CONDIVISIONI

Marco Verratti deve ancora compiere 30 anni – li farà a novembre – ma è un super veterano del PSG e del calcio di vertice europeo. Arrivato sotto la Tour Eiffel 10 anni fa dal Pescara, quando in Italia nessuna big riteneva possibile che un calciatore così giovane avesse i requisiti per imporsi da titolare in Serie A, il nazionale azzurro si è preso i galloni del comando del centrocampo parigino e non li ha più mollati.

Anche sabato scorso Verratti era lì, a dettare tempi e distribuire passaggi illuminanti nel cuore della squadra di Galtier in occasione del 5-0 con cui i campioni in carica hanno aperto la nuova campagna di Ligue 1 stracciando il Clermont a domicilio. Il pescarese dopo tanti anni è un beniamino dei tifosi, sia per le sue qualità calcistiche che per il modo di porsi sempre genuino e schietto fuori dal campo, ed anche l'ultimo episodio che lo ha visto protagonista lo conferma, vista la sua reazione verace.

In un video diventato velocemente virale, si vede Verratti – seduto in macchina dal lato passeggero – apparire sorpreso da qualcuno che sembra averlo beccato mentre fuma. Dopo il suo sguardo un po' stralunato, si sente una voce che gli dice: "Verratti, la prossima volta nascondi la sigaretta". Al che il giocatore del PSG annuisce un paio di volte senza fare una piega, accennando un mezzo sorriso mentre alza il finestrino.

Del resto che Verratti fumi non è un segreto per nessuno, così come fumano molti altri calciatori di vertice, che semplicemente – per motivi di opportunità – sono attenti a non farlo davanti a telecamere e obiettivi. La lista dei calciatori fumatori è lunghissima, da Buffon a Balotelli, da Zidane a Nainggolan, di cui il Ct del Belgio Wilmots disse. "Se gli avessi proibito di fumare cinque, sei sigarette al giorno, penso che avrebbe distrutto la stanza. Devo prendergli sempre una camera col balcone". In casa Juve ha fatto epoca Michel Platini, che all'avvocato Agnelli che lo vide fumare rispose in maniera brillante: "Avvocato non si preoccupi se fumo io, sarebbe grave se iniziasse a fumare Bonini che in campo deve correre anche per me".

Quanto a Verratti e alla sua passione per le sigarette, tre anni fa il giornalista francese Julien Laurens si espresse così dopo una sua prestazione magistrale in Champions League contro il Manchester United: "La scorsa settimana ha fatto le 6 di mattina al compleanno di Neymar, fuma, beve e esce praticamente tutte le sere. Il fatto che scenda in campo e faccia una prestazione come quella a Old Trafford credo che sia davvero sensazionale…".

618 CONDIVISIONI
L'altro incidente di Quartararo ad Aragon che nessuno ha visto: scontro violento mentre torna al box
L'altro incidente di Quartararo ad Aragon che nessuno ha visto: scontro violento mentre torna al box
L'AIA non ferma gli arbitri di Juve-Salernitana: Marcenaro e Banti designati, sono altri a pagare
L'AIA non ferma gli arbitri di Juve-Salernitana: Marcenaro e Banti designati, sono altri a pagare
La Ferrari cambia per il GP degli Stati Uniti, novità tra i piloti: dietro c'è una precisa strategia
La Ferrari cambia per il GP degli Stati Uniti, novità tra i piloti: dietro c'è una precisa strategia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni