19 Settembre 2020
22:40

Verona-Roma 0-0, l’assenza di Dzeko si sente: festival dei legni al Bentegodi

Verona e Roma non vanno oltre il pareggio nel match del Bentegodi. Una sfida in cui è mancato solo il gol con i padroni di casa che hanno colpito i legni con Tameze e Dimarco e gli ospiti vicini al vantaggio con Spinazzola. Nei giallorossi si è sentita e non poco l’assenza di Dzeko rimasto in panchina alla luce delle ultime voci di mercato.
A cura di Marco Beltrami

La sfida tra Verona e Roma si è conclusa 0-0. Le emozioni però al Bentegodi non sono mancate con le due squadre che sono state fermate dai legni. Tameze, Dimarco e Spinazzola hanno dovuto fare i conti con pali e traverse, in un match in cui è mancato solo il guizzo vincente ma non l'intensità. Alla squadra di Fonseca avrebbe fatto comodo Edin Dzeko, rimasto in panchina per tutto il corso della partita.

Mirante e la traversa salvano la Roma, traversa di Tameze

La Roma con Dzeko in panchina, alla luce delle recenti voci di mercato, schiera Mkhitaryan nelle vesti di falso nueve a Verona. Non è un caso che la squadra di Fonseca nonostante l'ottimo Spinazzola non riesca a trovare il guizzo vincente, con l'armeno e Pedro protagonisti di un paio di occasioni sfumate. La palla gol più limpida invece dei primi 45′ è per il Verona con Tameze che vede la sua conclusione quasi a botta sicura deviata sulla traversa da Mirante. Tegola per lo squalificato Juric, sostituito in panchina dal vice Paro, costretto a perdere per un problema fisico Empereur, sostituito dal giovane Lovato.

Festival dei legni: traverse e pali per Dimarco e Spinazzola

Nella ripresa il match resta gradevole, con i padroni di casa che sfiorano la rete con Di Carmine e cambiano volto dopo gli ingressi di Ruegg, Barak, Zaccagni e infine l'ultimo arrivato Ilic. La Roma continua a pagare l'assenza di un centravanti, con Pellegrini che è l'uomo più pericoloso. La conclusione dell'ex Sassuolo, sostituito poi da Kluivert, viene disinnescata dall'attento Silvestri, mentre Fonseca deve fare i conti con l'affaticamento muscolare di Karsdorp che lascia il posto a Santon. La fortuna non è dalla parte dei gialloblu che a dieci minuti dal termine trovano ancora i legni: la conclusione di Dimarco finisce prima sulla traversa e poi sul palo. La risposta della Roma è affidata a Spinazzola che con una bellissima conclusione dalla distanza trova l'incrocio dei pali.

Il tabellino di Verona-Roma 0-0

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Cetin, Gunter (67′ Ruegg), Empereur (19′ Lovato); Faraoni, Veloso, Tameze (67′ Barak), Dimarco; Danzi, Tupta (46′ Zaccagni); Di Carmine (78′ Ilic). All. Juric (in panchina Paro)
ROMA (3-4-2-1): Mirante; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp (72′ Santon), Diawara (89′ Villar), Veretout, Spinazzola; Pedro, Pellegrini (79′ Kluivert); Mkhitaryan. All. Fonseca
Ammoniti: Danzi (V), Di Carmine (V)

Inter agli ottavi di Champions: Dzeko spazza la maledizione, Shakhtar battuto 2-0
Inter agli ottavi di Champions: Dzeko spazza la maledizione, Shakhtar battuto 2-0
La Roma ritorna grande all'Olimpico contro lo Zorya: 4-0 e Abraham show
La Roma ritorna grande all'Olimpico contro lo Zorya: 4-0 e Abraham show
Shevchenko regge più di un'ora l'urto della Roma, poi abdica davanti alle prodezze di Afena Gyan
Shevchenko regge più di un'ora l'urto della Roma, poi abdica davanti alle prodezze di Afena Gyan
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni