4.304 CONDIVISIONI
13 Luglio 2021
15:57

Un mare d’amore per Rashford, Sancho e Saka dopo gli insulti: “L’Inghilterra non vuole razzisti”

L’Inghilterra mette al bando i razzisti dopo gli insulti beceri ricevuti da Rashford, Sancho e Saka protagonisti degli errori ai rigori nella finale degli Europei persa contro l’Italia. Bellissimo il gesto dei tifosi che hanno deciso di coprire il murales vandalizzato dell’attaccante dello United con cuori e messaggi d’affetto.
A cura di Marco Beltrami
4.304 CONDIVISIONI

Un mare d'amore per annegare il razzismo. Un'infinità di messaggi di sostegno per cancellare i beceri insulti ricevuti da Sancho, Saka e Rashford dopo gli errori dal dischetto nella finale degli Europei persa contro l'Italia. Così i tifosi inglesi e non solo hanno deciso di rispondere a chi dopo il tonfo di domenica sera si è scagliato contro i 3 calciatori, con parole letteralmente disgustose. Il simbolo della voglia dell'Inghilterra di mettere al bando i razzisti sta in quanto accaduto a Manchester per rimediare al murales di Rashford vandalizzato: la parte sana del tifo, fortunatamente in maggioranza, ha dato il la ad una splendida iniziativa.

Rashford, Sancho e Saka oggetto di insulti razzisti dopo i rigori sbagliati contro l'Italia

"Non mi scuserò mai per chi sono e da dove vengo". Così Marcus Rashford in una lettera ha risposto ai purtroppo tanti insulti razzisti ricevuti dopo il fischio finale dell'ultimo atto di Wembley. Tutto il mondo del calcio si è stretto intorno al talento del Manchester United e ai suoi compagni Sancho e Saka, oggetto soprattutto sui social di insulti e discriminazioni razziali, che hanno ancora una volta alimentato il dibattito sulla necessità di provvedimenti esemplari nei confronti di chi si rende protagonista di questi atti beceri.

Insulti e simboli beceri sul murales di Rashford, i tifosi inglesi coprono tutto con cuori e messaggi d'affetto

Questa volta però si è andati oltre e infatti, alcuni pseudo-tifosi hanno preso di mira anche il murales dedicato a Rashford a Manchester, sul muro di un locale a Copson Street, Withington. Frasi irripetibili, simboli offensivi e parole razziste proprio sul volto della stella dello United e dell'Inghilterra. Una situazione inaccettabile e vergognosa che ha spinto la parte sana del tifo a prendere provvedimenti immediati. In tantissimi, sono scesi in strada e hanno ricoperto la parte del murales con gli insulti, con messaggi, cuori e parole d'affetto per il calciatore. Quest'ultimo è uno dei giocatori più attivi sul fronte della beneficenza e degli aiuti alle persone in difficoltà, a dimostrazione di non aver mai dimenticato le sue origini. Presenti anche numerosi bambini, che hanno dedicato pensieri e lettere al loro idolo. E dopo poche ore, AKSE_P19, ovvero l'artista autore dell'opera è intervenuto per cancellare quanto fatto dai vandali, e ripulire il murales.

Kane e l'Inghilterra contro il razzismo nel calcio

Un gesto splendido che riconcilia con il mondo del calcio. Un mondo che nelle ultime ore ha offerto tutto il suo sostegno ai 3 calciatori. Il ct inglese Southgate, il premier Boris Johnson e la Football Association hanno condannato fermamente quanto accaduto, con il sostengo anche di tantissimi addetti ai lavori e tifosi. Il capitano della nazionale dei 3 leoni Kane ha twittato: "Tre ragazzi che sono stati brillanti per tutta l'estate hanno avuto il coraggio di farsi avanti e prendere una decisione (il calcio di rigore, ndr) quando la posta in gioco era alta. Meritano sostegno e sostegno, non il vile abuso razzista che hanno subito da ieri sera. Se abusi di qualcuno sui social non sei un tifoso dell'Inghilterra e non ti vogliamo con noi. 

Bello e significativo anche il post della nazionale inglese, dal titolo "I nostri 3 leoni", con l'immagine di Rashford, Sancho e Saka, e le loro ombre allungate proprio a forma di leoni. E non è da escludere che possano arrivare anche provvedimenti esemplari da parte di Uefa e Fifa, nei confronti dei tifosi inglesi: la misura è colma e c'è la volontà di iniziare ad usare le maniere forti per allontanare razzisti e facinorosi dagli stadi, oltre che dai social.

4.304 CONDIVISIONI
Glik contro tutti: colpi proibiti, provocazioni, insulti e rissa sfiorata in Polonia-Inghilterra
Glik contro tutti: colpi proibiti, provocazioni, insulti e rissa sfiorata in Polonia-Inghilterra
"Mi piacerebbe vedervi morire": i tifosi inglesi minacciano la moglie di Glik
"Mi piacerebbe vedervi morire": i tifosi inglesi minacciano la moglie di Glik
Bakayoko si sfoga dopo i cori razzisti in Milan-Lazio: "Orgogliosi del colore della nostra pelle"
Bakayoko si sfoga dopo i cori razzisti in Milan-Lazio: "Orgogliosi del colore della nostra pelle"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni