562 CONDIVISIONI
16 Luglio 2021
9:45

“Un anno fa non avrei mai giocato gli Europei”: Locatelli si emoziona parlando con Jorginho

Manuel Locatelli è stato uno dei grandi protagonisti degli Europei con l’Italia. Il centrocampista azzurro, nel corso del docufilm firmato Rai “Sogno Azzurro – la strada per Wembley”, è stato immortalato in un breve estratto in cui ha raccontato a Jorginho l’emozione della convocazione di Roberto Mancini e del percorso con l’Italia che fino a un anno fa sicuramente non l’avrebbe portato agli Europei.
A cura di Fabrizio Rinelli
562 CONDIVISIONI

Manuel Locatelli è stato uno dei protagonisti a sorpresa di questi Europei con l'Italia. Il centrocampista del Sassuolo, al centro dei desideri della Juventus di Allegri nell'attuale mercato estivo, si è distinto con gli azzurri di Mancini soprattutto dopo aver siglato una doppietta nella seconda gara della fase a gironi contro la Svizzera. Il commissario tecnico azzurro aveva scelto lui nel suo 4-3-3 con Jorginho e Barella a centrocampo per sostituire inizialmente Verratti reduce da un infortunio col PSG prima dell'avventura di Euro2020. Quei gol per Locatelli sono stati come una consacrazione definitiva al termine dell'ultima stagione esaltante vissuta tra le fila del Sassuolo di De Zerbi.

Mancini non poteva non notarlo e per questo Locatelli è sempre stato grato al suo commissario tecnico. Nel corso del programma "Sogno Azzurro – la strada per Wembley" andato in onda ieri su RaiUno, il centrocampista è stato protagonista di un curioso quanto emozionante dialogo con Jorginho durante una seduta di scarico in palestra. Locatelli ha rivelato al suo compagno di squadra che se solo l'Europeo si fosse giocato, come da programma, lo scorso anno, prima che la pandemia cambiasse definitivamente i piani di tutti noi, lui non avrebbe mai preso parte a questo torneo e non sarebbe diventato campione con gli azzurri.

Il centrocampista del Chelsea lo guarda stupito e chiede spiegazioni al compagno di squadra. Locatelli a quel punto, anche con un pizzico di emozione, precisa: "Pensa, l'anno scorso non sarei neanche venuto – ha detto – Non venivo convocato l'anno scorso se avessimo fatto gli Europei nel 2020″.

La confessione di Locatelli a Jorginho: "Non ero mai stato convocato"

A quel punto Jorginho risponde stupito: "Tu non eri mai stato con noi?" e Locatelli risponde che non aveva mai fatto parte del gruppo azzurro prima. "Che bello" pronuncia sottovoce il centrocampista del Chelsea che ha apprezzato molto l'enorme impegno e il talento di Locatelli nel corso delle prime gare della fase a gironi degli Europei al suo fianco con Barella.

Locatelli ha infatti giocato la sua prima partita con l'Italia il 7 settembre del 2020 nella vittoria per 1-0 contro l'Olanda in Nations League che ha dato il via definitivo al suo inserimento nel gruppo azzurro di Mancini. Praticamente ha iniziato a far parte dell'Italia maggiore nel post lockdown e da quel momento ha guadagnato fiducia in se stesso crescendo tantissimo anche nel Sassuolo di De Zerbi.

Un'annata contrassegnata poi da altre 10 presenze con l'Italia tra Nations League, qualificazioni Mondiali e amichevoli prima del trionfo di Wembley. Locatelli ora attende di consacrarsi definitivamente in attesa di capire se avverrà il definitivo trasferimento alla Juve dove raggiungerà i vari Bonucci, Chiellini, Chiesa e Bernardeschi, protagonisti con lui degli Europei.

562 CONDIVISIONI
L'anno d'oro di Jorginho: premiato come miglior calciatore in Europa
L'anno d'oro di Jorginho: premiato come miglior calciatore in Europa
C'è Jorginho, ma non Messi e Lewandowski: i 3 finalisti del premio di giocatore dell'anno UEFA
C'è Jorginho, ma non Messi e Lewandowski: i 3 finalisti del premio di giocatore dell'anno UEFA
Dalla plusvalenza per la Juve al prestito in Portogallo: Muratore non ha mai giocato per l'Atalanta
Dalla plusvalenza per la Juve al prestito in Portogallo: Muratore non ha mai giocato per l'Atalanta
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni