Nuova grana all'orizzonte per il gruppo Suning. Il colosso cinese di Zhang Jindong, alle prese con un momento difficile che rischia di incidere anche sul futuro dell'Inter ormai in vendita, deve fare i conti anche con il caso legato alla trasmissione delle partite della Serie A in TV nel Paese orientale. La IMG, società-network che si occupa di eventi sportivi internazionali, ha deciso di staccare il segnale della PPTV, la tv del gruppo Suning che aveva acquistato i diritti della Serie A in Cina. Una nuova frattura che sarebbe legata al mancato pagamento degli ultimi bonifici.

IMG e PPTV, ovvero la televisione di proprietà di Suning, sono nuovamente sul piede di guerra dopo che la società globale di sport, eventi e gestione dei talenti con sede a New York ha deciso di staccare nuovamente il segnale per la trasmissione in TV dei match della Serie A in Cina. Già il 5 febbraio scorso IMG aveva deciso di passare ai fatti, dopo i troppi arretrati nei pagamenti accumulati da PPTV, con gli appassionati che non avevano infatti potuto seguire la sfida in TV tra Fiorentina-Inter. Il sereno tra le parti sembrava essere tornato dopo un accordo sulla calendarizzazione dei pagamenti, che però avrebbe portato ad un nulla di fatto. Dopo il nuovo stop nei bonifici infatti, IMG ha nuovamente staccato il segnale.

PPTV in un comunicato ha voluto chiarire la situazione spiegando che IMG avrebbe venduto ad altri, i diritti della Serie A in esclusiva, facendo dunque vacillare gli accordi. Alla richiesta di sconto da parte della Tv del gruppo di Suning, la compagnia con sede negli States avrebbe risposto in maniera negativa, per una nuova frattura insanabile. Una versione smentita da parte di IMG che in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com, ha confermato di aver stacco il segnale, a seguito del mancato pagamento delle rate scadute: "I dialoghi tra le parti sono durati mesi e IMG ha concesso ripetuti rinvii dei pagamenti, ma oggi non possiamo più garantire la distribuzione di contenuti nel mondo nel momento in cui ci sono somme così grandi rimaste in sospeso. IMG non ha violato il proprio accordo né ci sono dialoghi con terze parti per i diritti sulla trasmissione. Per info, la Serie A è stata trasmessa in Cina anche da CCTV, ma grazie a un accordo separato, di cui PPTV era a conoscenza, dato che è specificato all’interno del nostro contratto”.

I mancati pagamenti non possono che confermare il momento difficile del gruppo Suning. Proseguono dunque i lavori e le trattative per la cessione dell'Inter, con il discorso con il fondo BC Partners avviato ormai da tempo. D'altronde lo stesso patron Zhang nella giornata di ieri ha confermato che ora il gruppo si concentrerà sull'attività primaria e più remunerativa, ovvero il commercio al dettaglio, tagliando tutte le attività considerate "irrilevanti". Un riferimento chiaro anche al calcio e dunque all'Inter.