Sara Gama è la prima donna vice presidente dell'Assocalciatori. La 31enne triestina è il capitano della Juventus e della Nazionale Italiana. La sua elezione è avvenuta nella giornata di oggi dopo la nomina a nuovo presidente di Umberto Calcagno. Un giorno importante per il movimento in rosa in un momento di grande importanza e rilevanza per il calcio femminile che sta acquisendo sempre più interesse da parte del pubblico specie dopo quell'esaltante Mondiale giocato dalle azzurre nel 2019.

Con Davide Biondini nel ruolo di vice presidente vicario e Gianni Grazioli direttore generale, la nomina di Sara Gama rappresenta un momento importantissimo per il calcio italiano. Specie per i diritti delle calciatrici. Sara Gama è infatti in prima linea nella lotta per la parità di trattamento delle atlete specie in vista del passaggio al professionistico preciso nel 2022. Una giornata davvero storica per il riconoscimento di uno status che fino a pochi anni fa sembrava davvero irraggiungibile per tutto il movimento in rosa.

Sara Gama vice presidente dell'Assocalciatori

Ben quattro campionati, due Coppe Italia, tre Supercoppa Italiane e la fascia da capitano della Juventus e della Nazionale Italiana per Sara Gama che in pochissimo tempo si è fatta conoscere in tutto il mondo. Nata a Trieste nel 1989, è stata da sempre appassionata di sport e calcio. Prime esperienze nello Zaule e nella Polisportiva San Marco di Villaggio del Pescatore prima del passaggio Tavagnacco. Ha poi vestito le maglie del Chiasiellis e Pali Blues prima dei tre anni a Brescia in due tornate diverse. Nel mezzo anche un biennio al Paris Saint-Germain che le ha consentito di maturare molto.

Nel 2017 arriva la Juventus che consente a Sara di potersi consacrare definitivamente. Proprio un altro giocatore della Juventus, Leonardo Bonucci, aveva espresso la sua disponibilità a entrare nell'organico direttivo. Sara Gama fa parte del consiglio federale dal 2017: è uno dei volti più attivi del movimento femminile italiano, in grande crescita proprio dopo il successo al Mondiale 2019. Nel 2001, l'attuale ct azzurra, Milena Bertolini, era stata la prima donna a entrare in consiglio Figc sempre con l'Aic. Ora la nomina di Sara che ha reso orgoglioso di lei l'intero movimento calcistico in rosa.