La Regione Lazio ha pubblicato un'ordinanza che riapre ufficialmente lo Stadio Olimpico. Dopo oltre sette mesi potranno tornare i tifosi, solo mille però gli spettatori per le partite tra Roma e Juventus del 27 settembre e quella del 4 ottobre tra Lazio e Inter. Ma tra poche settimane a Roma di tifosi sugli spalti potrebbero essercene anche ventimila, come ha dichiarato il viceministro della Salute Sileri.

Roma-Juve, 1000 tifosi all'Olimpico

Dunque ci saranno mille tifosi sugli spalti dell'Olimpico per la partita tra la Roma e la Juventus di domenica 27 settembre, la settimana seguente l'esperimento si ripeterà invece per Lazio-Inter del 4 ottobre. La presenza del pubblico è consentita solo presso i settori in grado di assicurare la permanenza dei tifosi presso la postazione seduta pre-assegnata per l'intera durata dell'evento. Nessuno può stare in piedi e non è consentito in alcun modo lo scambio di posto, bisogna assicurare il distanziamento interpersonale. Non si potranno acquistare i biglietti. L'ingresso sarà su invito e almeno in queste prossime due partite i tifosi che andranno sugli spalti saranno indicati dagli sponsor.

In futuro 20-25 mila tifosi all'Olimpico

Il viceministro della Salute Sileri, in un'intervista rilasciata a ‘Un Giorno da Pecora', trasmissione radiofonica della Rai, ha ipotizzato un'apertura maggiore dicendo che gli impianti potrebbero essere riempiti per un terzo

Gli stadi si possono portare a un terzo della capienza. All’Olimpico anche 20-25 mila spettatori. Se si mantengono due metri di distanza, regole precise, si vietano gli abbracci, si utilizzano la mascherina e gli igienizzanti, penso che l'ingresso ai tifosi si può portare ad un terzo della capienza degli impianti. Nel caso dello stadio Olimpico di Roma, che può contenere circa 80 mila persone, penso che l'ingresso potrebbe essere consentito a circa 20 o 25mila tifosi.