A margine della sconfitta con il Sassuolo al Mapei Stadiu, (4-2) Gianluca Petrachi ha mandato un messaggio per Alessandro Florenzi, l'ex capitano giallorosso ceduto a gennaio al Valencia. Il direttore sportivo della Roma ha parlato a Dazn dell’ex giocatore giallorosso passato al club spagnolo prima della partita contro i neroverdi, sottolineando che la scelta è stata confivisa col calciatore e che tutto verrà rimandato a fine stagione, per scelte più radicali.

Il prestito secco in Spagna

Petrachi ha sottolineato la scelta di cedere in prestito il giocatore, rimandando il tutto a giugno a fine stagione : “Le carte federali dicono che è un prestito secco, rientrerà alla Roma. Poi le valutazioni si faranno a suo tempo, insieme al giocatore e all'allenatore".

La società augura buona fortuna al ragazzo, visto che è di nostra proprietà, nella speranza che giochi con la continuità che cercava e che si presenti all'Europeo

Un addio amaro

Un addio tutt'altro che sereno, comunque, con il giocatore che ha preferito non commentare a caldo e una partenza veloce e quasi in silenzio. Che non si addice di certo ad un ragazzo che alla Roma è cresciuto fino a diventarne il capitano prima che qualcosa si rompesse in modo definitivo. Intanto la avventura in Liga è già iniziata.

Il debutto col Valencia

Dopo soli due allenamenti Alessandro Florenzi ha giocato subito dal primo minuto da titolare. Il tecnico del Valencia ha infatti deciso di schierare l'ex capitano della Roma come terzino destro. Florenzi, sbarcato in Spagna il 30 gennaio, ha sostenuto solamente due sedute con il suo nuovo club, ma Celades ha deciso di impiegarlo immediatamente al Mestalla per presentarlo ai tifosi. Nella gara interna contro il Celta Vigo, Florenzi ha giocato per 52 minuti e ha contribuito alla vittoria (1-0) che permette al Valencia di restare nella zona Champions League