La Roma è ufficialmente di Dan Friedkin. Nella notte James Pallotta ha firmato il contratto preliminare per la cessione del club al suo connazionale per un'operazione da 591 milioni di euro. Non poteva mancare il commento di un tifoso giallorosso doc come Carlo Verdone. Il popolare attore e regista capitolino, ai microfoni dell'Adnkronos si è augurato che ora la Roma possa tornare grande: "Ci porti a lottare per lo Scudetto, altrimenti lo stadio sarà sempre più vuoto e non venda Zaniolo".

Ai microfoni dell'Adnkronos Carlo Verdone ha commentato la svolta societaria in casa Roma, con il cambio di proprietà e l'arrivo di Dan Friedkin. Il magnate tra gli uomini più ricchi d'America ha raggiunto l'accordo con il connazionale James Pallotta che, dopo 9 anni, si prepara a lasciare la Capitale. Grande entusiasmo in città per l'arrivo di Friedkin dopo che il rapporto con l'ormai ex patron era quasi compromesso alla luce delle contestazioni per la cessione dei senatori, e per i conti in rosso del club. A tal proposito Carlo Verdone tifosissimo dei giallorossi ha dichiarato: "Mi auguro che l'entusiasmo del nuovo proprietario porti nel tempo a formare una squadra unita, con degli obiettivi al vertice. Per fare questo non dovrà vendere il pezzo più pregiato con un grandissimo margine di miglioramento: Zaniolo".

A detta di Verdone dunque il primo passo di Friedkin per aumentare la competitività della Roma dovrà essere quello di non lasciar partire i suoi gioielli, in primis Zaniolo. Bisognerà necessariamente cambiare rotta per cercare di riportare i tifosi in massa allo stadio, ovviamente dopo la fine dei provvedimenti restrittivi legati alla pandemia: "Se non avessimo venduto giocatori che hanno vinto di tutto in altre squadre, la Roma sarebbe stata tra le 5 squadre più forti in Europa. La Roma ha bisogno urgente di lottare per lo scudetto. Altrimenti lo stadio sarà sempre più vuoto per uno sconforto che dura da troppi anni".