Sembrava tutto facile per la Juventus contro il Genoa, perché nonostante le assenze dopo 23 minuti i bianconeri erano già sul 2-0, gol di Kulusevski e Morata. Ma poi tutto è cambiato. La squadra rossoblu non ha mollato ha riaperto la partita con un gol di Czyborra e ha trovato il pari con una prodezza del giovane Melegoni. La partita è proseguita nei supplementari che sono stati bellissimi e sono stati decisi un gol del giovane Rafia.

Kulusevski e Morata

Tra infortuni, Covid e un po' di turnover è una Juve molto rimaneggiata. Ci sono i senatori Buffon e Chiellini, ma anche i giovanissimi Wesley, Portanova e Dragusin. In avanti Morata e Kulusevski, che dopo un minuto e mezzo insacca. Lo svedese parte fortissimo e crea grandi problemi alla difesa del Genoa che va in ambasce e soffre tanto. Al 23′ Morata raddoppia e segna l'ennesimo gol di questa stagione. 2-0 e partita che sembra ben indirizzata. Ma con Ballardini è tutto un altro Genoa. I rossoblu tengono botta, sono messi bene in campo e sono propositivi, pure se qualche titolare è in panchina o a casa. Czyborra accorcia le distanze, Portanova firma il tris bianconero ma è in fuorigioco.

Prodezza di Melegoni

Nel secondo tempo la Juventus sembra meno pimpante, ma quando riparte fa sempre paura. Fa paura pure il Genoa che il pari lo sfiora con il grande ex Pjaca, che calcia dalla distanza e colpisce la traversa con un gran tiro dalla distanza. Il 2-2 arriva al 75′. Il Genoa fa festa con un gran gol del giovane Melegoni che con sorriso quasi stupito celebra la sua prodezza. Match in equilibrio e campioni d'Italia che si rimettono ad attaccare, ma non riescono a essere pericolosi. Pirlo manda in campo il giovane Rafia e a due dal termine si gioca il jolly Cristiano Ronaldo.

Gol decisivo di Rafia

Dopo tre minuti di recupero l'arbitro fischia la fine, è 2-2 e si va ai tempi di supplementari. Nel primo tempo è un tiro a bersaglio. Paleari si esalta e compie due interventi strepitosi, ma al 104′ non riesce a neutralizzare la conclusione del giovane Rafia, che ha siglato il suo primo gol con i grandi della Juve, lui che sabato era in campo con l'Under 23 in Serie C. Un gol da ricordare che è diventato anche pesantissimo. Il secondo supplementare è splendido, Paleari è ancora ispiratissimo, ma il Genoa si mangia le mani. Salvataggio sulla linea di Arthur su colpo di testa ravvicinato di Radovanovic, con Buffon battuto. La Juventus è ai quarti, affronterà il Sassuolo o la Spal.