Episodio finito nella rete dei social network durante il match della quinta giornata di Premier League tra Manchester City e Arsenal e che ha scatenato la discussione attorno ad Aguero, bomber di Guardiola e del suo gesto. L'attaccante argentino al 42 ° minuto,  ha protestato contro la decisione del guardalinee dopo che aveva concesso una rimessa all'Arsenal. Scelta che al "10" del Manchester City non è piaciuta. Ma il punto è che l'assistente dell'arbitro era una donna, Sian Massey-Ellis, e quando l'attaccante ha toccato la spalla della guardalinee per discutere della decisione, i social hanno reagito duramente per condannare quel gesto controverso. Anche perché la stessa guardalinee non ha gradito affatto il gesto e ha tolto la mano velocemente.

Nella conferenza stampa di fine partita, il tecnico del City Pep Guardiola ha difeso Agüero, insistendo sul fatto che l'azione non era affatto aggressiva nei confronti della guardalinee e non c'è stata alcuna volontà di mancare di rispetto: "Forza ragazzi, Sergio è la persona più gentile che abbia mai incontrato in vita mia . Cercate polemiche in altre situazioni, non in questa." Ma non tutti la pensano allo stesso modo. Ian Wright, ex giocatore dell'Arsenal e attualmente commentatore del programma "Match of the Day" della BBC, ha definito il gesto di Aguero "inutile" e "condiscendente" e non solo.

L'altra campana però è stata fatta suonare da Chris Foy, ex arbitro del Premier, che ha considerato come il Kun non avrebbe dovuto essere sanzionato per questo atteggiamento: "Finché questo viene fatto con cortesia e non in modo aggressivo o conflittuale, non è necessario che un arbitro reagisca. Le regole stabiliscono che non è insolito che i giocatori entrino in contatto con gli arbitri".

Le critiche sono arrivate anche al di là di commenti che hanno sfiorato accuse di sessismo e di maleducazione da parte dell'attaccante argentino. Molti hanno fatto semplicemente notare che il regolamento inglese vieta categoricamente ai giocatori di toccare arbitri o guardalinee e che nello specifico caso il direttore di gara ha deciso di non estrarre alcun cartellino.