Dries Mertens merita il rinnovo di contratto. Inutile nascondersi o non prendere le parti quando si tratta di calciatori così decisivi e importanti non solo dal punto di vista strettamente statistico: il belga era arrivato come oggetto misterioso e con lo spostamento da esterno d'attacco a prima punta ha iniziato a scrivere pagine su pagine della sua storia con il Napoli e di quella del club azzurro, di cui ora è diventato il calciatore con più reti (121) insieme a Marek Hamsik. Il numero 14 nonostante la situazione che si è venuta a creare nello scorso autunno è arrivato a 12 reti stagionali, 6 in Serie A e 6 in Champions League, e dopo aver risolto il problema agli adduttori sembrava aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori ma la botta rimediata da Busquets a inizio ripresa lo dovrà tenere fuori per qualche giorno.

Il classe 1987 si sta dimostrando un calciatore imprescindibile per il modo in cui Rino Gattuso vuole far giocare il suo Napoli per la sua capacità di legare il gioco tra le vari fasi e per la sua freddezza negli ultimi 16 metri: da "falso 9" Mertens è diventato un 9 a tutti gli effetti, non da oggi, e la consapevolezza che ha acquisito in questi anni insieme alla sua qualità lo rendono un calciatore unico. Inoltre, la sua capacità di entrare nel tessuto della città e di sembrare un cittadino napoletano di lunga data lo hanno fatto diventare uno dei calciatori più amati dai supporter partenopei degli ultimi anni. Il bacio sulla maglia e l'indice puntato sullo stemma dopo la rete al Barcellona sono un altro segnale che Dries ha voluto lanciare alla società e ai suoi tifosi.

Mertens, le parti lavorano per il rinnovo del contratto

Il rinnovo di Dries Mertens è uno di quei temi che fanno parte dell'attualità per la società campana e nonostante si sia parlato di accordi già presi da parte del giocatore con altre squadre, di certo non c'è nulla se non il fatto che il contratto del belga andrà in scadenza a giugno. Aurelio De Laurentiis gli ha offerto un biennale da 4,2 milioni di euro a stagione oltre a un milione di bonus, facilmente raggiungibile; ma il calciatore pretende un accordo per due anni da 5 milioni netti.

Il numero 14 azzurro ha rifiutato tutte le proposte del Napoli fatte finora ma la sua volontà del sarebbe proprio quella di restare all'ombra del Vesuvio: al momento, secondo La Gazzetta dello Sport, la situazione sarebbe in stand-by ma la sensazione è che le parti starebbero cercando il modo per venirsi incontro per trovare un accordo sulla permanenza del belga in azzurro.