167 CONDIVISIONI
25 Settembre 2021
20:49

Perché Dimarco ha tirato il rigore al posto di Dzeko: scelta costretta e ore di allenamento

Inter-Atalanta è finita 2-2, è stata una partita meravigliosa con un finale di partita emozionante. Il VAR ha annullato un gol dell’atalantino Piccoli, mentre Dimarco ha fallito un calcio di rigore. Simone Inzaghi dopo la partita ha spiegato perché Dimarco è stato scelto come rigorista: “Lautaro e Calhanoglu erano usciti, potevo scegliere tra Dimarco e Perisic, ma ho preferito Federico perché in allenamento li ha calciati bene stamattina”.
A cura di Alessio Morra
167 CONDIVISIONI

Inter-Atalanta è stata una partita bellissima, forse la più bella di questo inizio di Serie A. Le due squadre nerazzurre hanno pareggiato per 2-2. Il finale è stato scoppiettante, con un rigore fallito dall'Inter e un gol di Piccoli annullato dal VAR. Un pareggio che non permette all'Inter di superare il Napoli e riagganciare il Milan, mentre l'Atalanta sale a quota 11 e resta nella scia delle prime quattro. In tanti sono stati sorpresi dalla decisione di Inzaghi di far calciare il rigore assegnato ai campioni d'Italia a Federico Dimarco, difensore subentrato nella ripresa a Bastoni.

I rigoristi dell'Inter

Ma in realtà non deve sorprendere la scelta di Simone Inzaghi, che nelle scorse settimane parlando dei rigoristi dell'Inter disse che l'eredità di Lukaku era abbastanza ben definita, anche se non c'è un rigorista principe e in quell'occasione ha fatto i nomi di quelli che i penalty li calciano anche durante l'allenamento: "Abbiamo Calhanoglu e Lautaro che calciano molto bene, anche Dimarco, Sanchez e Correa. Ne abbiamo più di uno, si fermano a fine allenamento a provarli". Dunque il nome di Dimarco già c'era tra i papabili rigoristi. L'ex del Verona ha i piedi buoni, vede bene la porta, è reduce anche da un bel gol contro la Sampdoria, e i rigori li calcia da quando era un ragazzino, anni fa disse: "Sono rimasto un rigorista, ed è frutto del grande allenamento".

Perché Dzeko e Sanchez non hanno tirato il rigore contro l'Atalanta

Inzaghi aveva sostituito Lautaro Martinez, che aveva segnato un gol splendido, e Calhanoglu, autore di un'altra brutta partita, e in campo aveva due attaccanti che con i calci di rigore non hanno un buon rapporto. Dzeko ne ha tirati 21 e ne ha falliti 10, tantissimi, quasi la metà. Mentre Alexis Sanchez ne ha sbagliati 8 su 12. Quindi era inevitabile scegliere tra un difensore o un centrocampista. Rigoristi abituali non lo sono nemmeno Perisic, Barella e Vecino e così dal dischetto è andato Dimarco, che come confermato anche nel postpartita a Dazn da Lautaro i rigori li calcia in allenamento.

Inzaghi: "La decisione è stata mia"

Dopo Inter-Atalanta Inzaghi ha parlato anche della scelta di Dimarco, si è assunto tutta la responsabilità e ha dichiarato che l'alternativa era rappresentata da Perisic: "La decisione è stata mia, stamattina i rigori li hanno provati Lautaro e Calhanoglu, che non erano in campo. Avevo in campo solo Dimarco e Perisic, ho scelto Dimarco perché li aveva tirati bene. Mi spiace perché se lo meritava il gol della vittoria a San Siro, ma questo è il calcio".

Il rammarico di Dimarco

Sempre a Dazn l'esterno ha detto di essere molto dispiaciuto per quell'errore, ma ha anche dichiarato che gli ha fatto piacere sentire l'affetto dei compagni e il calore del pubblico: "Ho preso la traversa, capita, mi spiace aver sbagliato per non aver fatto vincere la squadra. Ma sono contento perché i miei compagni e la curva mi hanno subito sostenuto".

167 CONDIVISIONI
Gol, Var e finale thriller nel 2-2 tra Inter e Atalanta: Dimarco fallisce un rigore nel finale
Gol, Var e finale thriller nel 2-2 tra Inter e Atalanta: Dimarco fallisce un rigore nel finale
Il fallo di Consigli su Dzeko inizia fuori area, ma il rigore c'è: cosa dice il regolamento
Il fallo di Consigli su Dzeko inizia fuori area, ma il rigore c'è: cosa dice il regolamento
Lineker tirato in ballo con Sarri: il campione inglese è costretto alla smentita
Lineker tirato in ballo con Sarri: il campione inglese è costretto alla smentita
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni