Il 13 giugno scorso Dries Mertens diede un grande dispiacere all'Inter con un gol nell'1-1 della semifinale di ritorno in Coppa Italia in casa del Napoli. Una rete che spianò di fatto la strada alla squadra di Gattuso per la finale poi vinta ai rigori contro la Juventus. Un successo importante che vide il belga ancora una volta protagonista contro i nerazzurri. Un'autentica bestia nera ma anche sogno di mercato proibito dell'Inter. Il club milanese ha infatti tentato più volte, in diverse sessioni di mercato, di prendere Mertens e strapparlo al Napoli.

Ma un po' la difficoltà della trattativa e un po' per la stessa volontà del giocatore di voler proseguire la sua avventura in quella Napoli che l'ha accolto con un figlio, il trasferimento non è mai andato in porto. Questa sera giocherà titolare contro la squadra di Conte in quello stadio che avrebbe tanto voluto vederlo protagonista in maglia nerazzurra. Ma così non sarà, Mertens sarà il terminale offensivo di un Napoli che punta tutto sulla classe del belga che in carriera, in Serie A, ha diverse volte dato dispiaceri ai tifosi interisti a suon di gol e giocate da sogno.

Mertens affronta quell'Inter che l'ha tanto inseguito sul mercato

In realtà Dries Mertens, dal suo approdo al Napoli, ha rifilato all'Inter 3 gol. Tutto è iniziato il 15 dicembre del 2013, esattamente 7 anni fa, quando Mertens realizzò il suo secondo gol in assoluto in Italia, con la maglia azzurra, proprio ai nerazzurri (il primo era arrivato contro la Fiorentina). Quella gara terminò 4-2 per il Napoli. Il belga ha poi segnato il 19 maggio del 2019 nel 4-1 in favore degli azzurri e appunto nell'1-1 di Coppa Italia a giugno dello scorso anno. In tutte e tre le occasioni, quando Mertens è andato in gol contro i nerazzurri, il Napoli ha sempre vinto. Un'autentica bestia nera per l'Inter che negli anni ha tentato più volte di prendere il giocatore.

Lo scorso mese di maggio sembrava tutto fatto con un accordo di massima sulla base di un contratto di due anni a 5 milioni di euro netti a stagione, a cui sarebbe stato aggiunto anche un cospicuo bonus al momento della firma. Ma poi non se n'è fatto più niente, così come a maggio del 2019, quando l'Inter tentò di approfittare dello stallo per il rinnovo del belga, provando a convincere il belga. Ma anche in quell'occasione il Napoli fece muro aiutato però anche dalla volontà di Mertens di restare. Arriverà infatti il rinovo dello scorso mese di maggio con tanto di video del belga, che ha giurato amore eterno con gli azzurri firmando un rinnovo fino a giugno 2022 con opzione per un'altra stagione.