20 Ottobre 2021
16:26

Napoli-Legia è decisiva, Spalletti: “Non ci resta che vincere, ma Osimhen non giocherà”

Alla vigilia di Napoli-Legia Varsavia, il tecnico del Napoli ha dichiarato che i partenopei devono assolutamente vincere contro la squadra polacca, altrimenti sarà durissima recuperare, ma ci sarà un discreto turnover. Osimhen riposerà, in campo Mertens. Chance per Demme e Lobotka: “Sarà una partita determinante dopo i nostri risultati delle prime due gare, se perdiamo passare sarà difficile. Turnover? Non è un termine corretto. Voi parlate di turnover, io parlo di passà ‘o turn”.
A cura di Alessio Morra

Otto vittorie su otto in campionato, e primato in Serie A, ma in Europa League la musica è diversa per il Napoli che ha colto un solo punto in due partite, ha pareggiato a Leicester, ma ha perso in casa con lo Spartak Mosca. Giovedì sera al Maradona si presenterà il Legia Varsavia, che a sorpresa comanda il girone ed è a punteggio pieno. La situazione è abbastanza chiara. Il Napoli non può permettersi altri passi falsi e ha l'obbligo di vincere se vuole continuare a sperare di superare il turno. Spalletti vuole i tre punti, ma pensa però anche a far rifiatare qualche big, compreso Osimhen.

Nella conferenza della vigilia, a cui ha partecipato anche Koulibaly, il tecnico toscano ha detto chiaramente che la sfida con il Legia è determinante: "Sì, è decisiva. Noi vogliamo passare questo turno e dobbiamo vincere domani. Nelle due partite precedenti non abbiamo portato a casa risultati che ci permettono di fare tanti calcoli. Non ci resta che vincere".

Poi si è parlato di formazione e Spalletti ha detto che ci saranno delle novità, ma non si può parlare di turnover: "Io non lo chiamo così perché per me è un po' offensivo nei confronti dei miei ragazzi. Sceglierò dei titolari adatti per vincere questa partita perché noi abbiamo bisogno dei tre punti. Non ci deve essere nessun altro pensiero. Nel Napoli non ci sono calciatori di Serie A o Serie B. Abbiamo una rosa di livello per sopperire a tutti gli impegni. Siamo obbligati a farci trovare sempre pronti".

Osimhen, decisivo contro il Torino, partirà dalla panchina. L'allenatore partenopeo fa capire che giocherà Mertens dall'inizio e hanno una chance anche Demme e Lobotka: "Mertens non gioca perché si fa turnover, ma perché è un altro titolare che gioca: è importante che uno come lui torni in gruppo perché si ha bisogno di leader in gruppo se si vuole ambire a ottenere certi risultati. Lo aspettavamo: averlo recuperato ci fa enormemente piacere. Lo stesso vale per Demme e Lobotka. Osimhen domani non parte dall'inizio".

Spalletti ha poi confermato cheInsigne sarà ancora il rigorista del Napoli, come detto anche dopo la partita con il Torino domenica scorsa: "Gli serve solo poterlo ribattere. Poi abbiamo anche altri rigoristi che si fermano sempre a batterli e sono pronti. Ci sono dei momenti e dei periodi diversi: verranno fatte tutte le valutazioni. I rigori li batte Insigne, poi se sono dei momenti in cui sente la tensione può delegare anche un altro. Non ci sono problemi", e ha detto che con Lozano non ci sono problemi, il messicano era andato direttamente negli spogliatoi domenica dopo essere stato sostituito: "No ‘Messico e nuvole', Messico e solissimo con lui. Ci è rimasto male per la sostituzione domenica. La sua amarezza si capisce, ma abbiamo apprezzato di vederlo allenarsi come ha fatto ieri, contento della vittoria".

Il sacrificio di Osimhen: "Rinuncia alla Coppa d'Africa. Non vuole guerre tra Napoli e Nigeria"
Il sacrificio di Osimhen: "Rinuncia alla Coppa d'Africa. Non vuole guerre tra Napoli e Nigeria"
Osimhen convocato per Bologna-Napoli due mesi dopo il terribile infortunio di San Siro
Osimhen convocato per Bologna-Napoli due mesi dopo il terribile infortunio di San Siro
Osimhen in campo per Juve-Napoli nonostante la Coppa d'Africa: c'è una possibilità
Osimhen in campo per Juve-Napoli nonostante la Coppa d'Africa: c'è una possibilità
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni