C'è grande apprensione e attesa nel conoscere le condizioni di Lorenzo Insigne. Il capitano del Napoli è tornato ad allenarsi e a svolgere qualche esercizio in campo dopo l'infortunio riportato contro la Lazio nell'ultima giornata della Serie A: l'obiettivo è quello di recuperarlo per l'importantissima sfida di Champions League che vedrà la squadra di Rino Gattuso affrontare il Barcellona in trasferta. L'esterno offensivo di Frattamaggiore prosegue il suo ciclo di terapie ma il fastidio non è sparito del tutto nonostante la situazione sia migliore rispetto a qualche giorno fa: il numero 24 lavorerà anche oggi come stabilito e verrà sottoposto ad una ecografia di controllo. Domani verrà effettuato il test decisivo per capire se al Nou Camp Insigne potrà scendere in campo oppure no.

Nei prossimi due giorni il classe 1991 intensificherà il lavoro, proverà a mettere intensità negli allenamenti per cercare di capire quali sono le sue reali condizioni e se potrà essere a disposizione di Gattuso per la gara contro i catalani. La preoccupazione maggiore per lo staff medico e tecnico del Napoli non è la lesione del tendine dell'adduttore lungo sinistro ma l'edema osseo, che  si sta pian piano riassorbendo. Le condizioni di Insigne sono migliorate rispetto a domenica e fosse per lui giocherebbe dal primo minuto al Nou Camp sabato ma bisogna attendere il provino decisivo di domani per capire qualcosa di più.

La squadra azzurra effettuerà una rifinitura al San Paolo prima della partenza per Barcellona e proprio in quella sessione di allenamento si comprenderà ancora di più se ci sarà o meno il numero 24 del Napoli. Cresce la fiducia ma nell'ambiente azzurro tutti cercano di tenere di piedi per terra per evitare che sorprese negative dell'ultima ora possano condizionare l'ambiente in vista di una gara così importante.